Voria: “Rientra Granado ma perdiamo Cavallari. La Lastrigiana concede pochissimo”

Consueta conferenza stampa della vigilia in casa Robur. Questa mattina al campo dell’Acquacalda a parlare ai giornalisti è stato nuovamente Gill Voria, che ha presentato la sfida di domani con la Lastrigiana. Queste le sue dichiarazioni:

Infermeria – “Per Masini ci siamo quasi, settimana prossima dovrebbe essere a disposizione. Non abbiamo forzato il rientro perché questa settimana avevamo due partite, e perché il polpaccio è una brutta bestia. Granado rientra, mentre si sono fermati Ivan e Cavallari. Daniele ha accusato un risentimento alla gamba”.

Hagbe – “Ha ancora tanto tempo ancora per crescere, gli fa bene giocare con gente esperta perché non fa che farti crescere”.

Formazione – “Dovrebbero rientrare Morosi, Bertelli e Cristiani. Solo davanti il mister ha qualche dubbio, come mercoledì sono in quattro per tre maglie perché Granado non lo rischiamo dall’inizio”.

Impatto – “È fondamentale sbloccare le gare subito, una volta che riesci ad andare in vantaggio nel punteggio gli avversari che erano venuti abbottonati devono aprirsi e faticano il doppio. Non lo diciamo per sentirci bravi, ma con gente come Galligani, Boccardi e Candido siamo avvantaggiati”.

Lastrigiana – “È una di quelle squadre antipatiche da affrontare. Lo andai a vedere con il Mazzola all’andata, e come quella volta hanno giocato per tutto il campionato. Giocano in tanti dietro la linea della palla, sono tosti, arcigni e concedono poco. Che un po’ quello che adesso stanno facendo tutti contro il Siena. Cercano di difendersi perché i punti pesano per tutti. Nel girone di ritorno è inevitabile che le squadre facciano qualche calcolo”.

Campo – “Sento che la società è alla ricerca di una soluzione. Non so se in questo momento sia stata trovata un’alternativa a Badesse, che andrà sempre ringraziato per averci aiutato”. (J.F.)

Fonte: Fol