Virtus Entella: la rosa a disposizione di Volpe

In estate la Virtus Entella ha perso tanti pezzi da novanta come Lescano, Magrassi, Karic e Schenetti, ma la società non si fatta trovare impreparata e ha consegnato a Volpe dei rinforzi all’altezza, qualcuno anche di caratura superiore.

Reparto difensivo – Si lottano il posto tra i pali il brasiliano De Lucia, esplosivo e molto reattivo, e l’ex Arezzo Borra, giocatore che la Virtus ha fatto crescere per diversi anni prima di riportarlo alla casa madre. Al centro della difesa l’esperienza è garantita dai due veterani Pellizzer, difensore strutturato e forte nel gioco aereo, e Chiosa, centrale dinamico, abile nel guidare la retroguardia e far partire l’azione. In questa stagione si sta ritagliando spazio anche il giovane Reali, dotato di fisicità e tempismo, e a completare il pacchetto c’è anche Sadiki, arrivato nel mercato di gennaio della passata stagione.

Laterali – Importante è stato l’innesto di Zappella, terzino molto propositivo e in possesso di un piede molto delicato, così come quello sull’altra fascia di Favale, mancino dall’ottimo rendimento, bravo in entrambe le fasi. I ricambi sono di eguale spessore e rispondono al nome di Barlocco, elemento che si trova a suo agio in fase di spinta, e Parodi, arrivato in estate dall’Alessandria, fluidificante capace di giostrare su entrambi i lati del campo e anche al centro, che fa della continuità di prestazione la sua forza.

Centrocampo – Il colpo da novanta la società lo ha fatto tesserando a stagione iniziata Gaston Ramirez, trequartista uruguaiano che fino ad un anno e mezzo fa calcava i campi di A con la maglia della Samp e la massima serie l’aveva riconquistata a Monza con la promozione della passata stagione. Un autentico lusso per la C, vista la sua qualità di gran lunga superiore alla media. Fanno ancora parte della rosa i due veterani Dessena e Paolucci, elementi che non hanno bisogno di presentazioni dati i loro trascorsi ma che in questa stagione stanno trovando meno spazio tra acciacchi e concorrenza molto agguerrita. A partire dai giovani Meazzi, mezzala brevilinea, brava ad agire tra le linee e negli inserimenti senza palla, e Tenkorang, italo-ghanese dotato di grande fisicità, buoni piedi e spiccato senso del gol. A formare la cerniera difensiva ci sono invece l’albanese Rada, mediano scuola Inter che abbina qualità e quantità, e l’ex Catanzaro e Turris Tascone.

Attacco – È stato voluto a tutti i costi il capocannoniere della scorsa stagione Zamparo, strappato alla diretta concorrente Reggiana per consegnare a Volpe un bomber di sicuro affidamento, vista la sua pericolosità negli ultimi sedici metri. Non è stato da meno l’acquisto di Faggioli, centravanti atipico esploso all’Ancona, in possesso di un ottimo fiuto del gol e bravo a non dare punti di riferimento. A questi si aggiunge la conferma dell’albanese Merkaj, seconda punta rapida, cattiva sotto porta e in grado di svariare su tutto il fronte offensivo. A completare il reparto ci sono due fantasisti di grande qualità come Morosini e Clemenza, arrivato in estate dal Pescara, elementi in grado di fare la differenza grazie alla loro capacità di saltare l’uomo e creare superiorità numerica. Entrambi, però, sono ai box per infortuni piuttosto seri.

L’organico della Virtus Entella:

Portieri: Borra (’95), De Lucia (’96), Paroni (’89).
Difensori: Barlocco (’95), Favale (’98), Chiosa (’93), Parodi (’95), Pellizzer (’89), Reali (’03), Sadiki (’98), Zappella (’98).
Centrocampisti: Corbari (’94), Dessena (’86), Di Cosmo (’98), Meazzi (’01), Palmieri (’95), Paolucci (’86), Rada (’99), Tascone (’97), Tenkorang (’00).
Attaccanti: Clemenza (’97), Doumbia (’90), Faggioli (’00), Merkaj (’97), Morosini (’95), Zamparo (’94).

(J.F.)

Fonte: Fol – Foto: Facebook Virtus Entella