Viola: “Non vedo l’ora di tornare”

Una bella esperienza e un sogno realizzato, anche se nelle prime due gare del Torneo di Viareggio, il portierino della Robur Jacopo Viola, le ha vissute da "spettatore privilegiato", visto che è andato sempre in panchina. Con la Rappresentativa di serie D. Però, l'estremo difensore scuola Milan sta facendo un'avventura di grande livello destinata ad arricchire il suo bagaglio di giocatore.

Dopo la vittoria sull'Empoli di inizio settimana, ieri è arrivato il pareggio con il Santos Laguna (2-2 a Badesse). manca solo un punto, da conquistare contro il già qualificato Torino domani pomeriggio, per il passaggio agli ottavi di finale della manifestazione.

"Abbiamo giocato una bella partita – ha detto Viola a conclusione della gara di ieri pomeriggio -, con grande grinta, il campo pesante non ci ha aiutato, speriamo adesso per la prossima partita, speriamo di non perdere e passare il turno".

Non è sceso in campo, ma che esperienza è quella al'Viareggio'?
"Mi sto trovando bene, cerco comunque di accettare le scelte del mister, va bene così. Vediamo come andrà d'ora in avanti, poi si torna al Siena".

La Robur ha rinviato la gara con la Colligiana… "Non sapevo niente, l'ho letto sul sito ufficiale. Fa piacere per la fiducia che il club mi dà, d'altra parte sono dispiaciuto perché anche l'altro portiere (Fontanelli, ndr) meritava un' occasione, si impegna sempre moltissimo in allenamento".

Speravate dì essere protagonisti con la Rappresentativa nel girone eliminatorio della Coppa Carnevale?
"Ci speravamo, ma non ce lo aspettavamo. Eravamo nel girone con Empoli e Torino, stiamo lottando per gli ottavi e questa è senz'altro una cosa positiva, soprattutto per il fatto che nessuno di noi è tesserato per una società che partecipa ai campionati professionisti".

Come si sta trovando a Siena?
"Ottimamente, mi sto trovando alla grande e speriamo di continuare così. Anzi, di fare ancora meglio, speriamo di dare una svolta al campionato"

Vorrebbe proseguire al 'Viareggio'o tornare al più presto a Siena?
"Sinceramente non lo so. Sono dibattuto. Da una parte vorrei tornare più tardi possibile per proseguire questa bella avventura, dall'altra non vedo l'ora di scendere in campo con la Robur". (Alessandro Lorenzini)

Fonte: Corriere di Siena