Vicenza a Siena: sfida di Coppa dal profumo di A

Domani sera il Vicenza sarà impegnato nel terzo turno di Coppa Italia Tim. Una qualificazione guadagnata superando Andria ed Empoli e che vedrà i biancorossi confrontarsi contro il Siena, banco di prova decisamente più ostico dei precedenti.

"Affrontiamo una squadra di serie A, ovviamente con il massimo rispetto ma anche con l'idea di vincere", è l'esordio di Breda nella conferenza stampa pre gara di oggi al Menti. "L'atteggiamento deve essere questo qualsiasi sia l'avversario. Poi per quanto riguarda questa competizione è chiaro che più andiamo avanti più siamo contenti però il nostro primo obiettivo deve essere il campionato. In questo momento comunque queste sono le uniche partite ufficiali da giocare quindi non ci saranno esperimenti di sorta, anche se qualche infortunio (Rigoni e Castiglia N.D.R), ci costringe a far giocare qualcuno in un ruolo inedito ma chi lo dovrà fare dovrà avere lo spirito giusto."

Il giocatore in questione dovrebbe essere Misuraca che sarà chiamato a giocare da centrale di centrocampo in un ruolo in cui non ha grande pratica. "Misuraca ha le caratteristiche per poter essere impiegato in questa posizione", dice Breda che poi continua: "A me piace che i centrocampisti siano propositivi, quindi non è un problema se hanno caratteristiche offensive, poi per quanto riguarda la fase difensiva, in allenamento si prepara anche quello, quindi anche chi gioca in un ruolo nuovo sa quello che deve fare".

La squadra ha ripreso ad allenarsi mercoledì, dopo tre giorni di riposo. Il tecnico biancorosso sottolinea che questo riposo era preventivato e che ha chiuso il ciclo del ritiro. "Ci siamo ritrovati con ancora questo gran caldo che ha dato un po' di fastidio, però i ragazzi hanno lavorato bene nonostante anche il tipo di lavoro effettuato. Per quanto riguarda i giocatori fuori per infortunio, Castiglia dovrebbe tornare già la settimana prossima, mentre per quanto riguarda Rigoni lo stiamo monitorando per un problema muscolare quindi vedremo con calma."

Infine l'allenatore biancorosso ha parlato del mercato che potrebbe mutare il volto alla rosa del Vicenza: "Non ho fatto nomi di giocatori che mi possono interessare, anche perché questo gruppo mi piace. Certamente la squadra così come è non pronta e qualcosa ci manca per essere tranquilli, però con la società c'è un confronto continuo e unità di intenti quindi vedremo anche cosa proporrà il mercato e se dovremo rinunciare anche noi a qualche pedina importante."

Fonte: vicenzatoday.it