Viareggio Cup: Beffa Siena. L’Inter vince 2-1 in rimonta

 

Inter (4-3-1-2): Di Gennaro; Pecorini, Kysela, Mbaye, Alborno; Romanò, Duncan (10'st Terrani), Crisetig; Bessa (45'st Spendhlofe); Livaja, Vojtus (6' st Longo).
A disposizione: Sala, Pasa, Forte, Candido, Benassi.
Allenatore: Stramaccioni.

Siena (4-3-1-2): Marcone; Manganelli, Benedini, Mucci, Pastore; Gonzi, Cannoni, Varone (33'st Brenci); Vettraino; Candiano (45'st Giordani), Rosseti.
A disposizione: Marini, Mazzuoli, Manes, Camilli, Petermann, Canotto, Ravasi.
Allenatore: Mignani.

Arbitro: Rossi (Galetto-Rossini)

Marcatori: 2'st Manganelli, 22'st Longo, 35' st Bessa (rig)

Ammoniti: 37' Cannoni, 44', 79' Benedini, 65' Mbaye.
Espulsi: 79' Benedini

Clamoroso al “Luperini”di Sarzana. Il Siena gioca una partita gagliarda contro l'Inter, accarezza il sogno di vincere, ma si fa rimontare dalla forza d'urto dei nerazzurri. Sono i ragazzi di Andrea Stramaccioni a far festa, beffando 2-1 quelli di Mignani. Accade tutto nel secondo tempo: Manganelli-goal illude. Un capolavoro di Longo e il rigore di Bessa fanno bere ai senesi l'amaro calice. Questa sconfitta rende matematicamente il primo posto inaccessibile e chiude pressochè tutte le porte per la qualificazione come una delle due migliori seconde del gruppo A (i gironi dall'1 al 6). Nell'altra gara del girone 1 Anderlecht e Reggina non si fanno del male. Pareggio 1-1 [Louzada (R), De Wilde (A)] che rimanda così tutto al turno finale.

Michele Mignani conferma per 10/11 la formazione che Lunedì aveva pareggiato 0-0 contro la Reggina. Gizzi dà forfait all'ultimo minuto ed è dunque Manganelli ad occupare l'inedita posizione di terzino destro per favorire l'ingresso di Benedini al centro della difesa. Qualche cambiamento in più per mister Stramaccioni, poco soddisfatto della prova offerta dai suoi contro l'Anderlecht. Il paraguayano Alborno è retrocesso terzino sinistro, mentre Mbaye si sposta difensore centrale. In attacco Vojtus è preferito a Longo per far coppia con Livaja.

Parte meglio l'Inter, sfondando principalmente lungo l'out di sinistra. All' 8' Alborno mette un cross forte e preciso all'interno dell'area. Vojtus arriva in ritardo e colpisce male.

Risponde il Siena al 13'. Rosseti vince con caparbietà un contrasto e fa filtrare per Vettraino. Il trequartista bianconero si trova a tu per tu con il portiere Di Gennaro, ma fa partire un tiro debole e sporco. Goal annullato alla squadra di Mignani al 21'. Illuminante palla di Candiano per Rosseti. Di Gennaro sbaglia i tempi dell'uscita, perdendo il duello fisico con l'attaccante classe 1994. Il pallone termina in rete, ma il secondo assistente Rossini vanifica il tutto alzando la bandierina per segnalare un fuorigioco che sembra esserci. Momento buono per il Siena, che ci prova ancora al 23' con una staffilata su calcio di punzione di Cannoni.

Al 29' si rivede l'Inter con Alborno che continua a fare il bello e il cattivo tempo sulla fascia sinistra. Sul traversone di quest'ultimo Crisetig va a vuoto, ma non Romanò, che appoggia alll'indietro per il tiro di Livaja. Il pallone sibila il palo alla destra di Marcone.

Il primo tempo di chiude con una grandissima parata del portiere italo-rumeno. Scocca il 42' quando l'estremo difensore classe 1993 devia in calcio d'angolo con un colpo di reni il sinistro di Crisetig, destinato a morire all'incrocio dei pali.

Nel secondo tempo ti aspetti l'Inter ed invece ecco il Siena. Dopo appena due minuti arriva il vantaggio della banda Mignani: Candiano batte a giro una punizione dalla trequarti. Il pallone attraversa tutta l'area di rigore e finisce sul secondo palo dove è appostato Manganelli, che si fa trovare pronto all'appuntamento con il goal. Il contradaiolo del Bruco interrompe il digiuno del Siena al Viareggio dopo 232 minuti. L'ultima rete nella competizione risaliva infatti al rigore di Arroe, che valse il pareggio contro gli africani del Kallon nella scorsa edizione.

Stramaccioni corre subito ai ripari. Al 51' finisce l'esilio in panchina di Longo. La punta centrale nerazzurra prende il posto di Vojtus. Una mossa che si rivelerà vincente. Poco dopo il mister lombardo cala l'artiglieria pesante: finisce la partita di Ducan, dentro l'attaccante Terrani.

Al 54' Marcone abbassa nuovamente la saracinesca. Stavolta il portiere bianconero si oppone con i pugni alla bordata di Romanò dal limite dell'area.

Al 58' il Siena si riaffaccia nell'area di rigore avversaria. Pastore per poco non chiude i conti con un calcio di punzione potentissimo, braccato da Di Gennaro in due tempi e con qualche brivido annesso.

Al 58' altra parata dell'estremo difensore bianconero, che si rifugia in corner sulla conclusione di Terrani. Il Siena arretra troppo il baricentro e al 68' l'Inter la punisce. Longo sembra allungarsi troppo il pallone, ma con una magia riesce comunque a colpirlo d' esterno destro, disegnando quasi con il goniometro un traiettoria imprendibile per Marcone. Parità ristabilita.

L'inerzia della partita finisce adesso tutta nelle mani dei nerazzurri, che attaccano a pieno organico. E' un assalto in stile “forte apache” all'area del Siena. Ci provano in sequenza Livaja, Terrani, Alborno e Bessa. Al 77' un Longo decisamente ispirato si coordina per la rovesciata, ma Marcone si esalta nuovamente. Al 79' l'episodio che chiude la gara. Romanò viene contratto in area di rigore da Benedini in maniera assolutamente regolare. Ci pensa l'arbitro Rossi di Rovigo a ritagliarsi un ruolo da protagonista, decretando la massima  punizione in favore dell'Inter. Il secondo giallo estratto nei confronti di Benedini aggiunge la beffa al danno. Bessa dal dischetto spiazza Marcone, portando in vantaggio i nerazzurri all' 80'.

I ragazzi di Mignani, dopo la batosta psicologica del goal subito, non hanno più la forza di provare a cambiare le sorti della gara. Finisce 2-1 senza ulteriori emozioni. Inter in paradiso. Siena all'inferno.

Prossimo impegno Venerdì 10 Febbraio ore 15 al “Mauro Nannotti” di Badesse contro un Anderlecht che si gioca tutto. La matematica non condanna ancora il Siena, ma quello contro la formazione belga sarà quasi certamente l'ultimo atto bianconero del Viareggio 2012.

                                                                                                                                 (Giulio Valenti)

Girone 1

Risultati 2^ turno

Inter-Siena 2-1

Reggina-Anderlecht 1-1

 

Classifica

Squadra

Gare

Vinte

Pareggi

Perse

Goal fatti

Goal subiti

Punti

Inter

2

1

1

0

3

2

4

Anderlecht

2

0

2

0

2

2

2

Reggina

2

0

2

0

1

1

2

Siena

2

0

1

1

1

2

1