Via alle cessioni, ma pensiamo anche ai rinforzi

Dopo i fuochi di artificio, tra il presidente Mezzaroma e il DS Perinetti, che hanno preceduto la vigilia di Natale, c’era molta attesa per l’incontro odierno in programma a Roma, un meeting importante per decidere le future strategie di mercato.

L’incontro c’è stato e oltre al presidente e al direttore erano presenti anche i consiglieri Bellandi, Brogi e Parri.

Cosa è emerso da questo summit”?

Sostanzialmente sono state confermate le anticipazioni divulgate nei giorni passati dalla maggior parte degli organi di informazione locali: il Siena dovrà prima cedere alcuni giocatori che non rientrano più nei programmi della società e poi passare alla fase successiva che prevede l’ingaggio di quegli elementi che, compatibilmente con il budget a disposizione, dovrebbero andare a colmare le lacune emerse in questa prima fase di campionato.

Il compito che aspetta Perinetti non è dei più facili e dobbiamo augurarci che la prima fase – quella delle cessioni – si esaurisca in tempi brevi; questo consentirebbe di dedicare un periodo di tempo maggiore alle eventuali trattative in entrata.

Che il Siena abbia bisogno di rinforzi di qualità non siamo noi a dirlo, ma le partite fin qui disputate. La nostra non è una bocciatura verso qualche giocatore, nessuno si deve sentire chiamato in causa, soprattutto per l’impegno profuso, ma è proprio questa attestazione di stima che ci preoccupa e non poco. Se tutti hanno dato il massimo, ed è così, vuol dire che a questa squadra manca qualcosa e ci aspettiamo che la società intervenga.

Dopo il mercato estivo in molti nutrivano dei dubbi sulle qualità realizzatrici dell’attacco bianconero, dubbi parzialmente smentiti dopo le prime uscite stagionali, ma le successive partite hanno dimostrato che la squadra, pur costruendo molte opportunità per andare a rete, non riesce, per un motivo o per un altro, a concretizzarle e in questo sport vince chi segna.

Questa non è una squadra da rifondare, tutt’altro, ma sicuramente da migliorare con qualche intervento importante altrimenti il rischio di buttare via gli sforzi compiuti nella passata stagione è maggiore di quanto si possa ipotizzare. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online