Varutti: “Sarà un’altra partita rispetto all’andata. Siena non è un addio ma un arrivederci”

L’ex di turno è Michael Varutti, che all’andata tornò al Rastrello da spettatore per un problema alla caviglia ma adesso si prenderà il ruolo di terzino sinistro nel 4-3-3 di Acori. Queste le sue dichiarazioni su SienaTv.

Momento difficile – “E’ una difficoltà mentale, non facciamo punti, abbiamo perso davanti Della Rocca e Ragatzu che ci davano una grossa mano in fase difensiva. Siamo una buona squadra, ma non entriamo in campo con la serenità giusta perché siamo a rischio playout”.

Rimini – “I nuovi entrati hanno fatto subito bene, Falla e Mancino sono arrivati con qualche problema fisico, Puccio e Carcuro adesso stanno bene, ci daranno una mano e ne abbiamo bisogno. Con Acori abbiamo cambiato tanto il modo di giocare, facciamo un calcio che con Brevi non c’è mai stato, non si era istaurato un rapporto umano. Siamo fiduciosi nella salvezza”.

Siena – “La Robur la seguo tanto, era già forte all’inizio e i giocatori arrivati sono all’altezza di chi è andato via. Sta facendo vedere bei risultati, sta bene mentalmente per il cambio societario, sarà una bella sfida. Un mio ritorno? Si vedrà. Come sapete ce l’ho sempre nel cuore, le strade si sono divise ma speriamo non sia un addio ma un arrivederci”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol