Vantaggiato e il Livorno ma quale separazione? Nuovo contratto per la B

Tredici gol, capocannoniere del girone A. Daniele Vantaggiato e Andrea Sottil la loro scommessa l’hanno già vinta. Perché in estate erano in molti coloro che volevano rottamare il «Toro di Brindisi» reduce da una stagione travagliata con la maglia del Livorno, anche per la pubalgia che aveva colpito l’attaccante che aveva chiuso la stagione con appena 13 presenze e 3 reti. Un bottino veramente misero per un calciatore che nella lunga carriera era andato spesso in doppia cifra. Una situazione pesante anche perché Vantaggiato aveva ancora un anno di contratto con il Livorno, un accordo oneroso per una società di Serie C (190mila euro netti) e quando la società aveva cercato di scaricarlo, il peso del contratto si era rivelato una vera spada di Damocle.

LA SVOLTA Il tecnico Andrea Sottil, che aveva giocato con Vantaggiato nel 2008 a Rimini, ha sempre creduto nelle sue qualità sia sotto l’aspetto tecnico e caratteriale. «Vantaggiato tornerà quello di un tempo, ne sono sicuro. Ci ho parlato ed è molto motivato», su questo ha puntato l’allenatore, che ha sempre creduto in lui e i fatti gli hanno dato ragione. E il 15 settembre, nella sfida sul campo dell’Alessandria, Vantaggiato ha realizzato le prime due reti di questa stagione, iniziata con un brutto infortunio a uno zigomo durante la preparazione estiva, crescendo di partita in partita dimostrando di poter essere l’arma in più di una squadra che ha come obiettivo primario il ritorno in Serie B.

RICHIESTE Alla luce dell’ottimo rendimento, durante questo mercato di gennaio sono state molte le società che hanno cercato Vantaggiato. Ternana e Salernitana hanno tentato in tutte le maniere di portare a casa un attaccante che in 22 gare ha realizzato 13 reti. Ma il Livorno, pur essendo il contratto a scadenza, ha sempre rigettato al mittente le varie offerte e, anzi, ha deciso di scommettere ancora su di lui, proponendogli un nuovo accordo per il prossimo anno nella speranza di disputare la B. E Vantaggiato, che ha sempre dichiarato di essere molto legato al Livorno e alla città, ha accettato anche se ci sono da limare alcune cosette. Ma nei prossimi giorni il bomber metterà la firma sul contratto, così come ha fatto ieri il capitano Andrea Luci che si è legato al Livorno fino al 2020.

Fonte: La Gazzetta dello Sport