Valentini: “Qualcosa si sta muovendo ma la situazione rimane difficile”

Queste le dichiarazione del Sindaco Bruno Valentini riprese dall'edizione odierna del Corriere di Siena

"Purtroppo lo scorso anno il Siena non presentò per tempo il piano industriale richiesto ed i ritardi sono da imputarsi a questo. Ma l'iscrizione dello scorso anno è anche merito dell'amministrazione comunale che fu costretta a dare garanzie al Mps per concedere il finanziamento alla Robur.
Ero convinto che il Siena potesse raggiungere i playoff ho visto una squadra in salute, che ci credeva, con campioni veri in campo a cui faccio i miei complimenti. E' stata una stagione importante, bella, entusiasmante, ma adesso dobbiamo guardare al futuro anche perché quest'anno ci troviamo nella stessa condizione del 2013, ma senza il paracadute dei 10 milioni che sommati ai debiti e alle pendenze con i fornitori fanno una miscela esplosiva. Mezzaroma si sta battendo per trovare una soluzione, ma racimolare 7 milioni da qui alla fine di giugno è un compito difficile anche perché le banche non possono sostenere questo impegno. So che qualcosa si sta muovendo, la mia proposta di Mian non è andata a buon fine, speriamo che questa nuova iniziativa possa dare i suoi frutti”.
Cosa accadrà in futuro?
“Sono evidenti le difficoltà della proprietà anche se il presidente sta facendo di tutto. Il fallimento resta al momento la prospettiva più probabile perché il debito è spaventoso e l'incertezza regna su tutto. Sono 18 mesi ormai che ci portiamo dietro questa zavorra, tutte le incertezze dopo che il Mps ha detto di lasciare, ma ad oggi la proprietà irresponsabilmente non ha trovato nessuna alternativa. Da parte nostra ci stiamo impegnando, ma per ora abbiamo ricevuto solo porte in faccia”.

Fonte: Fedelissimo online