Valentini: “Ancora poche ore per una decisione sul nuovo proprietario della Robur”

Tramite le frequenze di Antenna Radio Esse il sindaco Bruno Valentini ha voluto fare il punto sulla situazione della Robur a poche ore dalla decisione definitiva su chi affidare la nuova società.

“Per quanto riguarda la Robur preferisco prendermi ancora poche ore di tempo per riflettere ed arrivare a una decisione definitiva. Anche nella giornata odierna avremo degli incontri molto importanti, ma ciò che siamo riusciti a creare in questi giorni è stato un percorso di contatti importanti che potrebbero portare ad una notevole compagine sociale, anche dopo la concessione della deroga per l’iscrizione dalla Lega di serie D. Sto cercando il meglio per la città e per la squadra, non mi basteranno solamente discorsi, ma esigo che le persone, addette a questa operazione, vogliano soprattutto il bene di Siena, oltre a un progetto imprenditoriale serio”.

“A differenza degli ultimi anni, c’è bisogno di una società che paghi gli stipendi e la gestione del campo e che abbia inoltre un progetto affidabile per riportare nel minor tempo possibile la Robur ai palcoscenici professionistici che gli competono. Da un’altra parte il nuovo proprietario dovrà garantire di fare quello che non è mai stato fatto fino ad ora, dotando il Siena di impianti sportivi attrezzati per  la patrimonializzazione della squadra e dei giovani. Inoltre, perché no, creare le condizioni per dare alla città di Siena uno stadio moderno, in linea con gli standard del calcio che ci sono in Europa e in Italia per adesso purtroppo no. La giornata di oggi me la sarei data per prendere la decisione definitiva, anche perché la settimana prossima i nuovi proprietari del Siena potrebbero dedicarla per comporre il nuovo assetto societario con la scelta dei dirigenti, giocatori e allenatore. Per adesso preferisco non sbilanciarmi perché oggi potrebbe essere una giornata decisiva per le garanzie che gli aspiranti proprietari ci potrebbero fornire”.

“Purtroppo ho sentito e visto sui giornali fin troppe polemiche e non mi piace molto che i possibili proprietari facciano il dibattito tra di loro, invitando i fans dell’uno o dell’altro gruppo, anziché parlare tra di loro o con me, questo non è proprio il massimo! Doveva essere il momento del ragionamento e della riservatezza, io ho tenuto un rapporto di trasparenza con i tifosi attraverso tre loro delegati, mettendoli a conoscenza di tutto nei limiti di quello che i miei interlocutori mi consentivano di dire, e questo credo che sia stato apprezzato. Entro oggi pomeriggio sarò ancora più chiaro, ho bisogno ancora di alcune ore per fare delle verifiche su chi si è proposto o chi si sta proponendo in queste ore, perché dobbiamo cercare di partire col piede giusto per avere al nostro fianco dei veri imprenditori e degli amanti dello sport”.

Fonte: Oksiena.it