Vaira: “Robur: umiltà e tanta ambizione”

E’ umiltà la parola che, per il responsabile dell’area sportiva bianconera Davide Vaira, dovrà contraddistinguere la nuova stagione della Robur, ormai pronta a muovere il primo passo. 

Direttore, ci siamo: in settimana il raduno poi il ritiro… 
«Finalmente ripartiamo. Stiamo lavorando per mettere a disposizione di mister Mignani una rosa ben formata già in questa prima fase della preparazione: in settimana dovremmo chiudere almeno per l’attaccante e per il centrocampista, oltre che formalizzare l’arrivo di Crisanto ed Emmausso. Stiamo lavorando anche a un difensore centrale, una mezzala di qualità e quantità e un terzino destro. Ci concentreremo poi sugli altri movimenti». 

L’attesa è tutta per l’attaccante… 
«L’operazione è praticamente chiusa, ma non dico ancora il nome. Si tratta di un giocatore voluto fortemente da Mignani, sul quale c’erano molte squadre. E’ tanto che lo seguiamo e per averlo abbiamo fatto un sacrificio economico, ma lo volevamo con noi. E’ un avanti che può svariare su tutto il fronte d’attacco, che si adatta perfettamente al credo del mister, che darà qualità e gol al reparto: quest’anno, in Lega Pro, è andato in doppia cifra». 

Il centrocampista e il difensore? 
«Il primo lo abbiamo scelto. Abbiamo da espletare le ultime formalità e poi potremo annunciarlo. E’ un giocatore con quasi 300 presenze in serie C, che ha militato in piazze importanti e che Michele conosce bene. Anche noi lo abbiamo visto svariate volte. Per il difensore ci servirà qualche giorno in più: non vogliamo sbagliare la scelta, stiamo valutando più profili, siamo in linea con i tempi e vogliamo compiere la scelta, per un ruolo così delicato, senza farci prendere dalla fretta». 

Crisanto ed Emmausso? 
«Sono due ragazzi di grandissima prospettiva. Crisanto lo seguivamo già dallo scorso febbraio, con il preparatore Giorgio Rocca. Anche Emmausso è un attaccante che ha fatto parlare molto bene di sé, molte squadre lo avevano messo nel mirino: guardate i due gol che ha fatto con il Taranto… Vengono per giocarsi le loro carte, nessun contratto assicura la maglia a nessuno». 

Che stagione sarà?
«Dobbiamo volare bassi, ma con ambizione, cercando di correggere gli errori commessi. Quest’anno il tempo è dalla nostra parte, abbiamo potuto programmare quello che volevamo fare, anche nel mercato, cercando i profili graditi all’allenatore. Come hanno detto Mignani e Vergassola vogliamo riportare entusiasmo, vogliamo far divertire la gente. Per forza di cose dovremo fare meglio di quanto fatto la passata stagione: siamo arrivati dodicesimi e da lì dovremo ripartire. Con voglia, senza proclami e con umiltà». (Angela Gorellini)

Fonte: La Nazione