Uomini contati per Giorico. Le ultime da Arzachena

Reduce da cinque sconfitte consecutive, l’Arzachena vive un momento molto complicato. Nella gara del Mannucci di Pontedera di Domenica scorsa i biancoverdi, pur disputando un discreto primo tempo, hanno messo in evidenza le solite amnesie difensive che stanno caratterizzando l’annata, e l’uno-due di inizio secondo tempo dei granata ha piegato le speranze di rimonta. Mister Giorico da qualche partita sta schierando i suoi con il 3-5-2, ma non è da escludere anche il passaggio al classico 4-3-1-2.

Il portiere è Marco Ruzittu, pipelet molto reattivo che paga un po’ in termini di statura. La difesa è comandata da Davide Moi, classe ’85 con tantissima esperienza in categoria, bravo in marcatura e nel gioco aereo. Insieme a lui troveranno spazio l’ex Venezia Riccardo Busatto e Marco Baldan, ex Nocerina, centrale di buona struttura che dopo un bell’inizio di carriera ha visto frenare la sua crescita a causa di qualche acciacco di troppo. Pesa l’assenza nel pacchetto arretrato dell’ex Robur Benedini; in alternativa ci sono l’ex Gualdo Pandolfi (affrontò la Robur nella stagione 2014/15) ed il giovane Manca, al rientro dalla squalifica dopo l’espulsione rimediata contro il Novara.

Come tornante di destra nelle ultime uscite è stato adattato Antonio Loi, scuola Cagliari, giocatore brevilineo che nasce come attaccante, e tende ad accentrarsi e a giocare tra le linee; nel caso in cui Giorico voglia partire con un assetto un po’ più prudente è pronto Arboleda. A sinistra dovrebbe essere sicuro del posto Lorenzo Trillò, classe ’97, esterno di spinta dotato di buona resistenza. In mezzo al campo le chiavi sono affidate a Luca La Rosa, discreto nel fraseggio e particolarmente abile nel calcio da fermo. Con lui sicuro del posto è Riccardo Casini, classe ’92 ex Grosseto, intermedio di rottura, grintoso e che non disdegna la conclusione da fuori. Il terzo centrocampista sarà Giuseppe Nuvoli, mediano bravo in fase di non possesso. In alternativa c’è il giovane Porcheddu, spesso utilizzato in cabina di regia. Non convocato capitan Bonacquisti, non sarà della partita neanche l’etiope Taufer, ai box per un problema muscolare dell’ultimo minuto.

Molto del peso offensivo degli smeraldini è sulle spalle di bomber Andrea Sanna, attaccante completo, cattivo in area di rigore, utile sia in fase di impostazione che quando c’è da far salire la squadra; andò a segno nella sfida del Franchi di un anno fa. La sua spalla dovrebbe essere Alessandro Gatto, classe ’94 ex Monopoli, seconda punta rapida, abile nello stretto e dotata un destro insidioso sui calci piazzati. Dalla panchina è pronto a subentrare il classe ’97 Danilo Ruzzittu, dotato di un buono spunto veloce e bravo ad attaccare lo spazio. (Jacopo Fanetti)

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Ruzittu; Busatto, Moi, Baldan; Loi, Casini, La Rosa, Nuvoli, Trillò; Sanna, Gatto.

Fonte: FOL