Uno nuovo stop che non ci voleva

Che questo non sarebbe stato un campionato facile era immaginabile, nessuno poteva pensare che la pandemia in corso sarebbe passata in poche settimane, ma in tutta onestà non ci aspettavamo una stagione così a rilento che, al 7 di gennaio, ha archiviato solo dieci giornate e non per tutti. Sono ben venti le partite da recuperare nel girone E, praticamente due intere giornate e, nonostante il nuovo protocollo che ha indubbiamente migliorato il caos iniziale, non si può certo dire che la situazione sia sotto controllo, anche perché è impossibile alla luce dei dati che emergono quotidianamente. Anche il Siena non ne è rimasto immune e dopo lo slittamento della partita con il Badesse, dovrà recuperare due partite, l’altra a San Giovanni Valdarno. Questo comporterà una serie di problemi, uno stravolgimento dei piani di lavoro anche se siamo certi che la grande professionalità di Gilardino e del suo staff, saprà come affrontare il problema. Ora occhi puntati sul prossimo incontro, nella speranza che ci assista un po’ di fortuna e che non arrivino nuovi stop. Il campo, la partita non ci fa paura, tutto il resto si.

Fonte: FOL