Under 17, sconfitta di misura col Modena sotto gli occhi di Anna Durio

Under 17: Robur Siena-Modena 2-3

Robur Siena (4-3-3): Sanfilippo; Pecciarini (41' Doda), Marsicano, Bonechi, Squarcia (41' Cavallini); Sensitivi (60' Barbieri), Pieri (41' Finucci), Anselmi (65' Dami); Imperato (47' Battistini), Biancalani (47' Costanzo), Frosinini. A disposizione: Benincasa, Fineschi, Allenatore: Stefano Argilli.

Modena (4-3-3): Cheli; Vitale, Palmieri (49' Gelka), Pancaldi (57' Furcolo), Ferrari; Barbieri (65' Soli), Palmero, Lugli; Zito, Davitti, Russo (49' Di Guglielmo). A disposizione: Ceyhan, D'Aquino, Carda Y Lei. Allenatore: Roberto Malverti.

Marcatori: 18' Lugli (Mo), 23' Marsicano (Si), 40' Vitale (Mo), 55' Frosinini (Si), 75' Davitti

Ammonito: Lugli (Mo)

Recupero: 2', 4'

Inizia con una sconfitta amara il campionato degli Under 17 di mister Argilli, capaci di rimontare lo svantaggio per due volte fino ad arrendersi nel finale ad un Modena più in palla e in condizione. D'altra parte, il ritardo societario è ricaduto sulla prima squadra e a cascata anche sul vivaio bianconero. Se a ciò si aggiunge che alcuni elementi degli Allievi che incantarono l'anno scorso sono passati nella Berretti, ecco che l'analisi della partita deve trascendere dal punteggio finale.

Il match – Sotto gli occhi di Anna Durio, presente in tribuna a gioire e soffrire come se fosse una partita del team di Colella, è il Modena a prendere subito l'iniziativa. Davitti scheggia la parte alta della traversa, poi un delizioso tacco di Zito manda in porta Lugli: tocco facile e 0-1. Cinque minuti e la Robur pareggia: angolo da destra, capitan Marsicano (già leader della squadra) è solo e dall'area piccola non può sbagliare. Il Siena aumenta il ritmo e va alla conclusione con Sensitivi, Brancalani e Anselmi, ma allo scadere il Modena torna avanti con un'altra giocata di Zito, senza dubbio il migliore in campo. Pieri perde un pallone in mezzo, il n° 7 canarino tocca per Vitale che supera Sanfilippo con un destro morbido.

Ripresa –  Nel secondo tempo Argilli cambia i terzini e il regista ma è ancora il Modena a rendersi protagonista. Sanfilippo si oppone due volte a Lugli, poi è Russo a calciare fuori. Al 55' la Robur riesce a pareggiare con un diagonale mancino di Frosinini, che rimarrà in campo tutta la partita assieme a Sanfilippo e i due centrali Bonechi e Marsicano. Al 59' Vitale va vicino alla doppietta, dall'altra parte Finucci sfiora il gol della domenica con una botta dalla distanza. Negli ultimi minuti è un monologo gialloblu. Bonechi salva un gol fatto su Zito, la Robur passa al 4-4-2 ma, stremata, incassa il 2-3 a 5' dal termine per opera di Davitti.

Gli spogliatoi – A fine gara Anna Durio è scesa negli spogliatoi per salutare e fare i complimenti ai ragazzi. Soddisfazione nella faccia di Stefano Argilli. "Il Modena è un po' più avanti di noi ma da responsabile del settore giovanile sono stracontento oggi di aver avuto due squadre in campo (under 15 e 17, ndr) che hanno tenuto testa all'avversario. La condizione crescerà ma siamo contenti di esser qui. Abbiamo un vivaio giovane, spesso le nostre rose sono più giovani delle altre. La mia squadra? Diversi ragazzi erano nei Giovanissimi di Radice, dei 2000 6-7 giocavano già con me e qualcuno è nella Berretti. Questa squadra potenzialmente potrebbe essere migliore ma ci interessa far crescere i ragazzi". Quasi impossibile migliorarsi dopo i risultati dell'anno scorso, terminato con le Final Eight di Cesena a giugno. "Difficile, però non importa. Lo scopo principale è formare i ragazzi e fargli raggiungere il più alto potenziale possibile". (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol