Una squadra da creare da zero. E se Vergassola…

Mancano pochi giorni e la Robur partirà per il ritiro pre campionato dando il là alla stagione 2014-15. Ma sarà un periodo anomalo, con le porte girevoli per chi arriva e chi esce e sopratutto tanti elementi che quotidianamente verranno "provati" e visionati dal mister e dallo staff prima di prendere una decisione definitiva.

Confermato che dovrebbe arrivare un bel gruppo di ex Pistoiese sia in quota che “vecchi”, così come il giovane Mucci, ex Primavera della Robur e i tre giovani dall’Empoli (i due centrocampisti classe ’95 Tudor Sbarcea e Roberto Silvestri e l'attaccante 96' Michael Fontanelli) si proseguirà a cercare i giocatori adatti per il sistema di gioco di Morgia e motivati per venire a Siena. Molti si stanno anche proponendo attraverso i procuratori, perché, nonostante le difficoltà e la necessità di dover ripartire da zero, la Robur Siena piace.

Ma tra i tanti nomi uno è quello che tutti, dirigenza, mister, tifosi, vorrebbero rivedere in bianconeri: Simone Vergassola. Ieri mister Morgia lo ha incontrato, rimanendo affascinato dalla persona dopo averlo negli anni solo ammirato sul campo. La speranza è quella che il capitano accetti il ritorno a Siena, decidendo di scendere fino in D per i colori bianconeri con lo scopo di cominciare la risalita della Robur nel calcio vero. Qualora Vergassola accettasse sarebbe il mattone principale della ripartenza, della rinascita bianconera: l’inserimento del capitano nella rosa sarebbe sicuramente un viatico eccellente anche per nuovi acquisti che, proprio complice la presenza di Vergassola in squadra (e la sua voglia di credere nel progetto) potrebbero accettare con maggior facilità le lusinghe della Robur. Per adesso si è preso tempo per decidere e per riflettere sulla proposta. E per adesso rimane un sogno, con la certezza che nessuno come Vergassola  potrebbe far crescere a vista d’occhio l’entusiasmo attorno alla squadra.

Fonte: Fedelissimo Online