Una sfida che parte dal 1932

Sono tanti i precedenti con la Ternana, avversario della Robur sia in B che in C per molte stagioni. Si parte con le partite dell'annata 1932/33, quando in casa i bianconeri si imposero per 3-2 cedendo poi al ritorno in Umbria per 1-0. Stessa alternanza di risultati nel 1946. Il primo punto al Liberati è della stagione successiva, 0-0 dopo che in casa il Siena aveva vinto 5-2. Da li fino ad inizio anni 90 un susseguirsi di sfide con le `fere', all'insegna di un sostanziale equilibrio tra le due compagini. Nei primi anni 2000 la storia si ripete, però in serie B. I neopromossi senesi di Antonio Sala impattarono per 0-0 al Franchi, ma al ritorno subirono una netta sconfitta, 4-0. Andò peggio la stagione successiva, quella 2001/2002, culminata poi con la miracolosa salvezza nell'ultima giornata. La Ternana di Miccoli si impose per 3-0 sia all'andata a Terni, sia al ritorno al Franchi, momento che segnò il punto più basso della stagione ed l'imminente ritorno di Papadopulo in panchina di Guerini. L'anno dopo fu quello della storica, prima promozione in serie A, ma le `fere' risultarono comunque indigeste per la Robur. Nella gara di andata un gol di Davide Nicola (attuale allenatore del Livorno, che due stagioni dopo vestirà la maglia del Siena) impedì a Mignani e compagni di sbancare il Liberati, dopo essere passati in vantaggio con il gol di Scalzo. In campo in quella Ternana c'erano anche Kharja, Frick, D'Aversa e Guzman, tutti poi passati da Siena. In panchina invece c'era Mario Beretta, che al ritorno vide vincere i suoi per 1-0 grazie ad un gol di Borgobello ed alle parate di Mareggini (un ex tra l'altro) che parò un rigore a Ghirardello. In quella Ternana giocava anche Massimo Paci, ennesimo doppio ex di questa sfida. Ultimo precedente al Franchi, il match di Coppa Italia dell'agosto 2010. La squadra di Conte si impose per 2-0 con i gol di Reginaldo (netta foto) e Carobbio.

Fonte: La Nazione