UNA SCONFITTA IMMERITATA

Dopo due splendide vittorie, arriva una sconfitta immeritata. Il Siena visto a Palermo ha lottato alla morte, sfiorando la rete in diverse occasioni, mettendo sotto il Palermo per buona parte della gara ma le solite lacune difensive, però, sono venute a galla per l’ennesima volta, e andiamo a festeggiare il Natale con la solita bruciante sconfitta. La resa di oggi a Palermo è ancora più dura da accettare se guardiamo i risultati dei nostri diretti avversari. Il Catania ci ha sorprendentemente raggiunto in classifica ottenendo una clamorosa e inattesa vittoria contro la Juventus, mentre il Livorno vince ancora questa volta con la Samp.

Della partita di oggi, oltre allo spirito battagliero infuso da mister Malesani alla squadra, c’è da salvare l’ottima forma di Maccarone, vera e propria spina nel fianco del Palermo, nonché un ottimo Del Grosso, presente in ogni parte del campo e autore dell’occasione più clamorosa dei bianconeri.

I problemi restano, nonostante gli sforzi di Malesani. Riusciamo a ripartire molto meglio di prima, giocando la palla in avanti di più e meglio di prima, ma restano i problemi difensivi. L’inesperienza di alcuni nostri uomini si fa sentire e meno male che oggi Curci era in gran forma.

Aspettiamo Babbo Natale e la Befana con qualche speranza in più di qualche settimana fa, ma anche con il desiderio di trovare sotto l’albero quei rinforzi senza i quali la rimonta verso il nostro ennesimo scudetto sarà difficilissima se non impossibile. (Antonio Gigli)

Fonte: Fedelissimo Online
Foto: Luigi Burzi