Una Robur senza problemi: il ‘regalo’ chiesto dai tifosi

Per il corso ci sono già le luminarie, nelle case i presepi e gli alberi addobbati. Il Natale è ormai alle porte e la classica domanda che si rivolge sempre ai bambini: «Che regalo ti piacerebbe trovare sotto l'abete?» l'abbiamo fatta, questa volta, ai tifosi bianconeri. «Sono sincero, che il Siena possa risolvere i suoi problemi economici». Queste le parole di Lorenzo Mulinacci, presidente del Siena Club Fedelissimi. Un pensiero, il suo, che lo accomuna anche a tanti altri sostenitori della Robur. «Mi piacerebbe che la Robur potesse pensare soltanto a giocare a pallone – ha aggiunto Mulinacci -, che noi tifosi potessimo divertirci senza tutte le preoccupazioni relative alla situazione societaria e alle penalizzazioni varie. Non so quello che succederà lunedì (prossima scadenza per i pagamenti degli stipendi e dei contributi di tutti i dipendenti dell'Ac Siena ndr), se verranno versati o meno i bonifici, il mio è comunque un discorso generale: vorrei che in futuro potessimo essere tutti entusiasti per i risultati sportivi della squadra senza alcuna complicazione extracalcistica».

«Una società solida e robusta», è invece il regalo che vorrebbe scartare a Natale Massimiliano Virto, presidente del Siena Club Corrente bianconera. «Una società con delle basi salde su cui costruire il futuro – ha spiegato -, indipendentemente dalla serie in cui milita la squadra. Ovviamente poter giocare nella massima categoria sarebbe un vantaggio per tutti, per la nostra città in primis. In questo periodo di grande crisi generalizzata, e io da commerciante sto toccando con mano quanto sia profonda, poter avere un veicolo che porta gente in centro sarebbe importantissimo, al di là dei problemi relativi ai parcheggi pieni o degli altri disagi di cui si parla tanto». «Negli ultimi anni Siena è stata infangata da tanti scandali – ha chiuso Virto -, poter eccellere nello sport, nel calcio come nelle altre discipline, significherebbe riportare in alto il nome di Siena».

«Stabilita economica, una seria progettazione e una tranquillità economica che possano regalare al mio Siena un bellissimo futuro»: ecco cosa vorrebbe trovare sotto l'albero di Natale bianconero Cristiano Bottoni dei Vecchi Ultras

C'è, tra i tifosi bianconeri, chi sotto l'albero di Natale vorrebbe trovare come regalo, un solido futuro societario, in una prospettiva di più lungo termine. Ma c'è anche chi preferisce guardare all'immediato, ai punti da fare sul campo perché l'attuale stagione porti grandi soddisfazioni, al mercato che a gennaio, come ogni anno, si infiammerà e alla penalizzazione che sta condizionando la stagione della squadra di Beretta. E' il caso di Lorenzo Rosso, presidente del Siena Club Enrico Chiesa. «Prima di tutto mi piacerebbe trovare sotto l'abete un difensore e un portiere – dice – e poi che ci venissero abbonate tre lunghezze grazie a una bella difesa dei diritti del Siena». «Oltre a questo prosegue Rosso -, mi piacerebbe che il Comune, entro la Befana, discutesse il progetto presentato dal presidente Mezzaroma sull'ammodernamento dello stadio, perché il Rastrello possa avere il restyling meritato e atteso da tanto tempo». Insomma, i tifosi bianconeri credono nella serie A, sognano l'immediata risalita. Le premesse sono buone, serve però, secondo loro, qualche ritocco nella rosa…

«Il regalo più bello sarebbe avere a gennaio qualche giocatore in più per potere ambire davvero alla massima categoria – ha dichiarato Domenico Chiantini, presidente del Siena Club Val d'Arbia -. Credo che all'organico a disposizione del mister, per l'impresa, manchino un attaccante e un centrocampista. A mio parere, per quanto sia stato messo in discussione fin dall'inizio della stagione, il reparto arretrato è attrezzato».

Babbo Natale è avvertito.

Fonte: La Nazione