Una non decisione che preoccupa

La decisione del Consiglio Federale della FIGC di rinviare i ripescaggi dopo aver conosciuto il pronunciamento del TAR del Lazio, in programma il 2 agosto, nasconde un’insidia per il Siena. Se la FIGC avesse deciso oggi sui ripescaggi, non ci sarebbero stati molti dubbi sul futuro della Robur, ma dopo questa decisione, ancora non ufficializzata ma data per scontata da tanti, basterà una sola sentenza favorevole ad una delle ricorrenti per rimodulare gli slot liberi in serie C. Il Siena occupa il 5° posto, se una sola società ricorrente venisse riammessa, non potrebbe più sperare nel ripescaggio a meno che qualche squadra che ci precede, al momento delle verifiche, non risultasse in regola. La mossa della FIGC non ha precedenti, finora dopo i tre gradi di giudizio della giustizia sportiva, si era proceduto sempre ai ripescaggi e nel caso che il TAR avesse ribaltato una sentenza emessa dal Consiglio di Garanzia del Coni, la società beneficiante sarebbe stata aggiunta fuori lista alla categoria di appartenenza. Con questa decisione non ci saranno aggiunte, ma solo ripescaggi in base ai posti vacanti, altrimenti questo rinvio non avrebbe alcun senso. Ancora una volta quando è in gioco la Robur, le regole vengono cambiate in corsa, ovviamente in senso contrario. (nn)

Fonte: FOL – Foto: Rai Sport