Un Siena bello solo a metà

Il Siena torna a casa con un buon pareggio contro il Novara di Tesser e cosa più importante muove ancora la classifica. Le recriminazioni lasciano il tempo che trovano e nel calcio l’importante è fare sempre la propria parte. Certo con un pizzico di cattiveria in più e sfruttando qualche veloce ripartenza sul vantaggio acquisito e con un Novara decisamente frastornato, si poteva affondare il colpo decisivo. Forse l’unico rammarico è aver preso goal nel momento in cui la difesa  era stata rinforzata con l’aggiunta di Terzi, dimostrando di offrire certe garanzie. Detto questo, c’è però anche da registrare che scendere nuovamente in campo con soli tre giorni di distanza dall’ultimo incontro, non era facile, anche se il Siena ha molte frecce al suo arco e non manca certo di sostituti all’altezza, come anche ieri ha dimostrato l’inserimento di Angelo, Contini, Pesoli e Bolzoni. Con questi incontri ravvicinati è importante centellinare le energie e le forze con un turnover che in questo momento sta dando i suoi frutti.

In un campionato fino adesso equilibrato, dove esiste sempre l’incertezza del risultato in ogni partita, conquistare un punto in un campo decisamente ostico è sempre un buon successo. Anche ieri si è visto il solito Siena concentrato e voglioso di offrire una buona prestazione, questo a dimostrazione del fatto che giocatori che non erano stati più impiegati dalla gara contro la Roma, hanno offerto una prova alquanto convincente, scendendo in campo con il giusto piglio agonistico.

Il Siena comincia ad avere una certa personalità e sembra aver acquisito quella mentalità giusta per affrontare questo campionato e il rapporto che si va creando fra i singoli giocatori è la vera forza di questo gruppo.

Domenica di fronte al Chievo, nostra bestia nera, si dovrà contare ancora sul miglior Siena e sulle soluzioni che Mister Sannino sicuramente adotterà per approcciare al meglio la gara.

La classifica è decisamente incoraggiante anche se non ci permette di adagiarsi sugli allori e qualsiasi distrazione potrebbe essere fatale. Il nostro obbiettivo in questo momento è cercare di allungare sulle dirette concorrenti alla lotta per la salvezza e il prossimo impegno è alla nostra portata e sarebbe importante non fallirlo. (Lallo Meniconi)

Fonte: Fedelissimo online