Un punto per ripartire: Fedelissimi B-Deportivo 2-2

Fedelissimi B, work in progress. Il pareggio per 2-2 contro il Deportivo è una vera e propria boccata d’ossigeno per la classifica, e soprattutto per il morale, della squadra guidata da Laerte Mulinacci. Partita onestamente non bellissima, giocata a ritmi non elevati, ma con grande attenzione e abnegazione: doti, queste, completamente mancate nei due passaggi a vuoto contro Jeka Gracciano e Alberino. Insomma, si inizia a intravedere un po’ di luce in fondo al tunnel. Manca ancora un po’ di brillantezza e quel pizzico di cattiveria in più che contro il Deportivo, squadra esperta e con buonissime doti tecniche, avrebbero forse permesso ai Fedelissimi B di fare anche il colpaccio. In svantaggio sul finale di primo tempo in seguito ad un’azione di corner ingiustamente concesso da un quanto meno rivedibile direttore di gara, era Monaldi a trovare la rete del pareggio dopo circa 10 minuti di gioco nella ripresa. Un’altra punizione inesistente concessa al Deportivo permetteva ai giallo neri di rimettere il naso avanti ma, è proprio il caso di dirlo, “chi di punizione ferisce, di punizione perisce”: Guideri, ancora su calcio piazzato, trovava la rete del definitivo 2-2 sul finale di gara che permetteva ai Fedelissimi B di tornare a muovere la classifica. Vietatofarsi prendere da facili entusiasmi adesso. Ovviamente è un pareggio che deve dare coraggio e rappresentare un punto di partenza nell’erta salita che porta alla salvezza nella massima categoria dei campionati Aics. Dopo la ripartenza, serve necessariamente un’altra accelerazione di grinta, di voglia, di determinazione: in una parola, di cuore.