Un’intervista mancata di Massimo Carignani in ricordo di Giuliano Garosi

Ho appreso con profonda tristezza la notizia della scomparsa di Giuliano Garosi amico da sempre mio e dei miei fratelli Fausto e Roberto.

A Siena quando ci incontravamo sulla Tribuna del Franchi, commentavamo sempre la Robur e le maglie bianconere.

A lui giornalista rilasciavo spesso le mie interviste, ora sul momento del Siena, ora su quella partita, ora sui giocatori che vestivano la maglia bianconera.

Ultimamente non ci siamo più visti, ma il ricordo più caro e per cui sono legato a Giuliano Garosi è l’intervista che lo stesso tentò di farmi al termine del processo per illecito sportivo Imperia-Siena e che per i bianconeri, guidati da Ferruccio Mazzola, voleva la vittoria del Campionato. Dopo una giornata sconvolgente culminata con l’improvviso malore di Efrem Dotti di cui ero difensore e dopo la lettura della sentenza della Commissione Disciplinare, Giuliano Garosi tentò di farmi dire due parole soll’esito del procedimento. Non fui in grado di parlare, l’emozione e le lacrime presero il sopravvento, io e Giuliano ci ritrovammo abbracciati al grido di Forza Siena.

Forse quell’abbraccio per me e per lui era più importante dell’intervista.

Grazie Giuliano!!! La Robur sarà sempre presente nei nostri cuori.

Massimo Carignani

Fonte: FOL