Un campionato prima dominato e poi sciupato, ma il Trastevere può ancora ambire alla C

Il successo sul campo del Siena sembrava averla lanciata verso la vittoria in solitaria del campionato, visto che da quel momento riuscì ad inanellare una serie di vittorie tale da mettere in evidenza una differenza di valori piuttosto marcata dal resto delle avversarie. Poi, però, si deve essere inceppato qualcosa nella stagione del Trastevere: i capitolini hanno infatti dilapidato un vantaggio di oltre 10 punti dall’Aquila Montevarchi che, fino a qualche settimana fa, non sembrava in grado di poter nemmeno lontanamente impensierire il dominio della squadra di Pirozzi.

Proprio nello scontro diretto al vertice, il Trastevere aveva acciuffato un pari in rimonta (dopo essere stato sotto di due reti) che sembrava poter spostare nuovamente l’inerzia dalla parte degli amaranto-bianchi, ma la grande reazione della squadra romana si è rivelata un episodio isolato. Da lì, sono arrivate in serie le batoste contro la Pianese (in casa per 0-3) e a Bevagna contro un Foligno a pezzi (2-1). A complicare il tentativo di riaggancio ci si è messo anche il Covid, dopo che un piccolo focolaio è scoppiato all’interno del gruppo squadra. Il Montevarchi però non ha ancora preso il largo, per cui i capitolini sono ancora in piena corsa per centrare l’obiettivo primo posto. Quattro punti in cinque partite non sono tanti, e il calendario sulla carta sorride ai ragazzi guidati dall’ex sindaco di Amatrice. Contro il Siena sicuro assente Rizzi (squalificato), poi sarà da capire se e quali effettivi avranno recuperato dal Covid. (J.F.)

Foto: Facebook Trastevere Calcio
Fonte: Fol