Ultima partita al Rastrello, ci rivediamo in serie A

La Robur lunedì nell’ultimo posticipo stagionale si congederà dal proprio pubblico (festa promozione del 30 a parte), così come, con ogni probabilità anche dal proprio condottiero. Che infatti Antonio Conte sia prossimo a cambiare bianconero approdando in quello più prestigioso e per lui più caro non è più un segreto per nessuno. Perinetti e Mezzaroma stanno già lavorando per scegliere il tecnico che guiderà la Robur nella nuova avventura tra i big del calcio. C’è ancora un campionato da finire e una residua possibilità di rinconquistare il primo posto a cui attaccarsi visto il pari dell’Atalanta contro il Cittadella. Contro la banda di Sannino, ancora in lotta per il terzo posto, i bianconeri, pur con tante assenze sono chiamati a vendicare la sconfitta dell’andata e tornare alla vittoria che ormai manca dalla trasferta di Grosseto. Dopo un’annata così bella e importante non potrebbe esserci miglior saluto che quello con i tre punti in tasca, anche per onorare pienamente il campionato dopo il brutto, seppur poco influente, ko di Ascoli. Tra sette giorni, a campionato finito e vedetti emessi ci sarà tutto il tempo per pensare al futuro ma adesso ‘godiamoci’ l’ultima partita casalinga in serie B sperando che possa rimanere l’ultima ancora per diverse stagioni. (Guido De Leo)

Fonte: Fedelissimo Online