UFFICIALE: PERINETTI ALLA ROBUR FINO AL 2016

 

In una conferenza congiunta il presidente bianconero Massimo Mezzaroma e il direttore sportivo Giorgio Perinetti hanno ufficializzato il prolungamento del contratto al diesse della Robur. Perinetti rimarrà a Siena fino al 2016. La notizia era già nell’aria, la conferma è arrivata alla vigilia di Siena-Torino, con la precisa volontà di renderne partecipe la città alla vigilia di quella che potrebbe essere la partita più importante della stagione.
“Siamo qui per annunciare il prolungamento del contratto a Giorgio per altri tre anni – ha esordito il presidente Mezzaroma -, possiamo ragionare in lustri, parola in disuso: abbiamo aggiunto altri tre anni di contratto, rimarrà con noi fino al 2016. Il prolungamento è un segnale della nostra volontà di strutturare la società in maniera solida, non solo nel tempo, ma anche nelle figure professionali: le sue mansioni verranno anche allargate, non gli spetterà soltanto l’area tecnica ma nella programmazione delle altre parti correlate”. “Sta per succedere quello che tutti quanti speriamo – ha aggiunto il numero uno della Robur -, e se sta per succedere è perché durante la stagione non ci sono mai state crepe tra persone. Abbiamo remato tutti dalla stessa parte, non c’è stato un solo giorno e ce ne potevano essere, in cui mi sono sentito solo. Credo che sia un fatto, non raro, ma unico in Italia. L’Ac Siena è composta da persone che conoscono solo la cultura del lavoro, non quella della chiacchiera e del gossip. Ci siamo confrontati, abbiamo parlato delle nostre idee. Ma sempre remando dalla stessa parte. Vogliamo costruire qualcosa di buono, sempre all’insegna del confronto tra persone oneste e leali. La nuova Robur verrà costruita mattone su mattone: quello di oggi è il primo”.

“Ringrazio il presidente e la proprietà – ha detto Giorgio Perinetti -, e tutti coloro che hanno piacere che io rimanga a Siena il più a lungo possibile. La fiducia accordatami mi responsabilizza. Sono felice del prolungamento che mi ha anche aiutato ad allontanare le tentazioni, pure forti e pressanti, che ho avuto e che non posso negare. Spero che il mio percorso come dirigente all’interno di questo club possa anche contribuire alla creazione di nuove figure professionali che possano dare ulteriore stabilità alla strutture, che possa essere creato un patrimonio di nuove risorse umane”. “Di programmazione futura e di nuovi programmi – ha proseguito Perinetti -, preferisco però non parlare. Ci sarà tempo. Perché domani il Siena giocherà una partita importante, difficile, come lo è stato tutto il campionato. Una partita che potrebbe farci ottenere quello per cui abbiamo lottato tanto. Il Torino ha bisogno di punti. Sperando di avere anche un po’ di fortuna, la squadra è preparata e pronta alla sfida. Vogliamo vincerla: visto che ci siamo meglio arrivare primi che secondi”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line