Tuttosport: Siena contro l’arbitro Antonelli:«Basta!»

SIENA (4.3.3): Lamanna 6; Angelo 6.5, Morero 6, Dellafiore 6, Grillo 6; Pulzetti 5S, D'Agostino 6.5 (28' st Valiani 5.5), Vergassola 5.5; Rosina 6, M. Paolucci 6 (1' si Giacomazzi 6), Giannetti 6.5 (36' st Rosseti ng). A disp. Farelli, Feddal, Milos, Mannini, Schiavone, Bedinelli. Ali. Beretta 6
CITTADELLA (34.24): Di Gennaro 6; Sosa 6, Coly 6.5, Pellizzer 6; Colombo 6 (35' st Perez ng), Di Donato 5.5 (28' st A. Paolucci 6), Busellato 5.5, Albomo 6; Pecorini 6, Di Roberto 7; Coralli 6 (20' si Dumitru 6). A disp. Pierobon, Gasparetto, Minesso, Marini, De Leidi. All. Foscarini 7
ARBITRO: Ghersini di Genova 5
NOTE: 5.680 spettatori per un incasso di 30.512 euro. Ammoniti: D'Agostino, Albomo, Grillo e Pellizzer per gioco falloso; Puizetti per comportamento non regolamentare. Recupero tempo: pt 2', st 3'

GENNARO GROPPA

SIENA Al Franchi si è messo in mostra un bel Cittadella. La squadra di Foscarini non avrà individualità eccezionali, ma la sua forza è nella capacità di rispettare al meglio le disposizioni tattiche del suo allenatore. Gli ospiti hanno controllato la gara nel primo tempo, con il Siena che non ha mai trovato spazi. Tutto sembrava cambiato con la rete (la sesta) di Giannetti, sotto osservazione anche della Fiorentina, su imbeccata di Angelo. Ma al 907 arriva la beffa per i locali: Di Roberto segna con una gran punizione dai 25 metri. In barriera c'è però una evidente spinta di almeno un paio di giocatori del Cittadella ai danni dei senesi. L'arbitro Ghersini non se ne accorge e convalida tra veementi proteste. La gara regala poche emozioni: al 12' Alborno svirgola. Al 21' D'Agostino fa correre un brivido su punizione a Di Gennaro. Gli ospiti sono più pericolosi: Di Roberto e Coly non finalizzano un contropiede, Coralli spreca due occasioni. D'Agostino e Paolucci non trovano la porta, mentre al 45' Coly centra la traversa con un imperioso stacco di testa. Nella ripresa, poi, il botta e risposta con contestazione.

FOSCARINIi «BELLI PER 45'» Foscarini è soddisfatto: «Vorrei sempre un Cittadella bello come nel primo tempo». Arrabbiatissimo D'Agostino: «In questa occasione l'arbitro dovrebbe ammettere l'errore. A tutte le squadre deve essere garantito lo stesso trattamento». A farsi sentire è il ds del Siena, Stefano Antonelli: «Ora basta! In 12 giornate ne ho viste di tutti i colori. Gli arbitri possono sbagliare, ma non così spesso e così tanto. Parlo del Siena, ovvio, ma non solo: in B come in A accadono cose che non devono più accadere, ci sono squadre evidentemente penalizzate. Vogliamo, ad esempio, parlare del Torino…?». Dopo la gara l'arbitro è stato assediato da un centinaio di tifosi inferociti, sia all'uscita dallo stadio sia nell'albergo dove era rientrato.

Fonte: Tuttosport