Tuttosport: Lampo Feddal al 122′; Siena avanti, Pioli deluso: “Mi aspettavo di più”

BOLOGNA-SIENA 1-2 DTS MARCATORI: 33' si Valiani, 40' st Moscardelli, 17' sts Feddal

BOLOGNA (3.4.1-2): Stojanovic 6; Sorensen 5, Radakovic  5.5 (36' st Alibec:6), Mantòvani 6.5 (15' st Ferrari 5.5); Crespo 6, Pazienza 5.5, Della Rocca 5.5, Cech 6; Lazaros 5 (22' st Yaisien 6); Moscardelli 6, Acquafresca 5.5. A disp. Agliardi, Malagoli, Masina, Mainí, Garics, Mórleo, Kihin, Laxalt, Gimenez Ali. Pioli 5.5

SIENA (3,5,2): Farelli 6.5; Matheu 5.5, Crescenzi 6, Dellafiore 5.5; ; annini 5.5 (41' st Feddal 7), Valiani 7, Schiavone 6.5, Spinazzola 7, Milos 6;.Paolucci 5.5 (1' st Rosseti 6.5), Scapuzzi 6 (19' st Pulzetti 6). A disp. Lamanna, Conti, Angelo, Bonifazi, Feddal, Giaco mazzi, Vergassola, Monni, Rosii6,na All. Beretta 7

ARBITRO: Chiffi di Padova 6
NOTE: 1.418 spettatori. Ammoniti: Matheu, Yaisien e Feddal per gioco falloso. Angoli: 7.6 per il Siena. Recupero tempo: pt O'; st rt3'; ptsO';sts2'

PER CHI deve sfidare la Juventus, l'eliminazione dalla Coppa Italia per mano di una squadra di serie B (anzi, le seconde linee visto che il Siena non schierava Giacomazzi, lYAgostino, Vergassola, Rosina e Giannetti) non rappresentai),viatico ideale. Per Stefano Pioli, l'unica consolazione è legata al fatto che nemmeno il Bologna utilizzava i titolari, se è vero che runico elemento atteso ,in campo dall'inizio venerdì ,contro i bianconeri, Mantovani, ha giocato soltanto la prima ora, in cui è stato tra i più atti,vi andando vicino al gol in un, paio di occasioni. Il turnover, non cancella però la figuraccia servita dal colpo di testa di Zouhair Feddal nel recupero del secondo supplementare. «Sono arrabbiato. E' una sconfitta che brucia, per il risultato ma anche per la prestazione.

FEDDAL EROE Una rete, quella del 24enne esterno sinistro marocchino, che ha premiato la tenacia del Siena (spesso pericoloso nella seconda parte di gara) e punito un Bologna povero di qualità e determinazione, incapace di rendere concreto il predominio nel possesso palla. Non a caso, la miglior parentesi dei rossoblù è arrivata sulle ali della reazione al vantaggio dell'ex di turno Francesco Valiani (in rete con un bolide da 25 metri leggermente deviato da Ferrari). Il pari di Moscardelli, su pregevole assist di Alibec e con la complicità di Matheu e Dellafiore, sembrava aver rimesso il Bologna in carreggiata. Ma quando i rigori sembravano inevitabili Feddal, che in precedenza aveva impegnato Stojanovic e poi aveva colpito il palo, ha trovato la rete in tuffo di testa su cross lungo di Spinazzola, e su buco di Ferrari e di un "Crespo menomato dai crampo. Una prodezza che porta il Siena agli ottavi di finale contro il Catania.

DELUSIONE Se Pioli attendeva segnali da chi finora aveva giocato poco, la gara contro il Siena non è stata confortante. Poco dai difensori, se si eccettua un Crespo provvidenziale sul solito Feddal all'89' dopo uno scivolone di Sorensen, ancora meno dagli uomini offensivi, con Lazaros anarchico, il baby Yaisien che ha pagato l'eccesso di irruenza, Acquafresca (57' fin qui in campionato) sparito dopo un primo tempo promettente, mentre Moscardelli non è andato oltre la rete. Uno scenario paradossale: Pioli e una società che non naviga nell'oro dispongono di una rosa numericamente ampia ma con pochi uomini affidabili. Un nodo dal quale passerà la corsa alla salvezza dei rossoblù.

FESTA BERETTA Il Siena si gode il secondo colpaccio esterno contro una squadra di serie A (i toscani avevano già eliminato il Livorno) e Beretta incassa un'ulteriore conferma. Anche senza parecchi big, il Siena – miglior attacco della B – conta su una fase offensiva buona per inseguire i playoff.

Fonte: Tuttosport