Tuttosport: La rabbia Siena coinvolge Abodi

«Basta, basta, basta». A sfogarsi in casa senese non è il presidente Massimo Mezzarooma, ma il direttore sportivo Stefano Antonelli. La rabbia è tanta dopo l'errore dell'arbitro Ghersini che sabato ha convalidato, proprio al 90', la rete (tra l'altro bellissima) su punizione di Di Roberto per l'1-1 del Cittadella, nonostante che due suoi compagni avessero spinto più di un senese in barriera. L'infrazione era evidente. Ma l'arbitro e i collaboratori non hanno visto. I toscani hanno visto così sfumare all'ultimo tuffo una vittoria che stavano riuscendo a conquistare con i denti. «E' incredibile non vedere un fallo simile, non si possono commettere errori di questo tipo -prosegue Antonelli -. Servono arbitri all'altezza». E non è la prima volta che il Siena quest'anno si lamenta. In realtà ci sono state, nell'album del campionato, anche situazioni che sono andate a favorire la squadra di Beretta, come la rete clamorosamente convalidata e assegnata a Paolucc% nella partita interna contro il Trapani quando il pallone non aveva varcato la linea. Ma nelle sfide con Cesena, Palermo e adesso Cittadella la squadra senese si è sentita defraudata.
TELEFONATAADABODI Ieri Antonelli ha telefonato al presidente della Lega di serie B Andrea Abodi per chiedere chiarimenti ed esprimere le proprie lagnanze verso un arbitraggio considerato «non all'altezza». Anche il solitamente tranquillo e pacato Simone Vergassola è intervenuto: «Siamo vittime di troppe disattenzioni – ha detto il capitano del Siena -. Sabato nell'arco di pochi secondi siamo passati dall'ammonizione a Pulzetti perché è avanzato forse di mezzo metro, a un mancato fischio dell'arbitro, per lo spostamento di un'intera barriera spinta da dietro. Stiamo lasciando per strada troppi punti per colpe non nostre e sinceramente siamo stufi. Dìciamo che non siamo nelle grazie degli arbitri. Noi chiediamo semplicemente una maggiore attenzione da parte di chi viene ad arbitrarci».

Fonte: Tuttosport