TUTTOSPORT DI SABATO HA CREATO ALLARME

In molti ci hanno mandato una mail per sapere cosa c’era scritto nell’articolo del quotidiano TUTTOSPORT di sabato 17/03/07, che tanto scalpore aveva suscitato in città. Lo abbiamo trovato e lo inseriamo per dovere di informazione senza alcun commento.
fonte: siena club fedelissimi

CLIMA TESO TRA I TOSCANI
L’autorete del nuovo Siena
.
Stronati si presenta alla squadra e tiene fuori dallo spogliatoio Beretta.


SIENA. Il primo colpo di Giovanni Lom­bardi Stronati, nuovo patron del Siena, è un diretto al volto di Massimo Beretta.
Il secondo colpo è all’indirizzo di Giorgio Perinetti. Ovvero dell’allenatore e del di­rettore generale dei toscani, il vero asse portante di una società che in questa sta­gione ha vissuto un lungo e pericoloso in­terregno. Una coppia che pensava di aver matu­rato qualche credito nel periodo, anche se le ultime prestazione dei bianconeri au­torizzano qualche preoccupazione. Nei tifosi soprattutto, che assistono sbigotti­ti agli eventi. Giovedì infatti Stronati, in compagnia di Emiliano Angeloni ( en­trambi romani e romanisti) si sono reca­ti al Franchi, dove la squadra si stava al­lenando, chiedendo di incontrare i gioca­tori. Una prima presa di contatto e fin qui nulla di anomalo. Mentre curiosa, quantomeno, è stata la decisione di riu­nirsi nello spogliatoio con Beretta e Peri­netti alla porta. Non vicino. Fuori. Esau­torati, agli occhi del gruppo, innanzitut­to. Una mossa di autolesionismo incredi­bile e che subito ha prodotto tutta una serie di interpretazioni maliziose, a par­tire da quella che vorrebbe il Monte dei Paschi ( che rimane il punto di riferimen­to della società) interessato a ridimen­sionare il calcio a tutto vantaggio del ba­sket. Fantasie, probabilmente. Autorizzate però dalla strana iniziativa e da una se­conda che ha fatto infuriare, questa vol­ta, la squadra. Infatti dopo l’allenamen­to sono stati convocati in sede Simone  Vergassola ed Enrico Chiesa in rappre­sentanza dei compagni, non dietro input del resto della rosa bianconera, ma del solito Stronati. Il commento, piccato, de­gli esclusi è stato: « I rappresentanti ce li scegliamo noi » . La prossima volta, forse. Insomma, il clima in vista della fondamentale tra­sferta di Parma è quantomeno surriscal­dato. E non aiutano a raffreddarlo altre notizie sul fronte societario. Infatti la nuova dirigenza avrebbe al momento ver­sato soltanto 500 mila euro a fronte del passaggio di mano del Siena e altri 500 mila li hanno sottoscritti gli azionisti se­nesi ( che deterranno il 20% del capitale sociale). Affinché la cessione sia comple­tata mancano 26 milioni, non proprio bruscolini. E i tifosi si interrogano anche sulle notizie apprese dall’Espresso, che ha ricordato una disavventura giudizia­ria di Stronati: 4 mesi di reclusione per truffa nello scandalo Italsanità. E l’accu­sa, sempre a carico dell’avvocato roma­no, di corruzione formulata da parte del pm Henry John Woodcock nell’inchiesta Federcosorzi. Oltre alle accuse di “ insi­der trading” ricevute dalla Cob ( l’equiva­lente francese della Consob). MASSIMO CHERUBINI