Tutto secondo copione: iscrizione si, ma sul filo di lana

Oggi doveva essere il giorno dell’ufficializzazione, ma tutto è stato rinviato a lunedi prossimo, a sole 24 ore dal termine ultimo che, se non rispettato, segnerebbe la fine definitiva di ogni speranza. Auguriamoci che nessuna segretaria della Lega marchi visita e che nessun impiegato della Covisoc faccia salatino a lavoro, Sarebbe un guaio grosso. Entro le ore 13 di martedì 16 luglio il Siena deve risultare in regola con gli stipendi e aver ricevuto il nullaosta dalla Covisoc, altrimenti questa snervante attesa sarebbe stata veramente inutile. Quindi se la Robur riuscirà a mettersi in regola, come tutto fa pensare, questo avverrà sul filo di lana, tutto come ampiamente previsto da molti e secondo un copione che, a questo punto, non concede che un’unica interpretazione.

Un altro weekend di lavoro per Mezzaroma e i suoi consulenti che saranno impegnati a raccogliere documenti, firme e rimodulare il piano industriale visto che, per la non adesione di alcuni giocatori e di Cosmi e i suoi collaboratori, il risparmio previsto sugli stipendi da corrispondere, scende da 2,7 mln di euro a 2 mln. Su questo argomento ritorneremo in un secondo momento, ne varrà sicuramente la pena.

Tutto rinviato quindi a lunedì, sperando che nel frattempo non venga richiesta anche la dichiarazione di Attilio Francioni, primo presidente della Robur, che certifichi che la Robur è stata fondata per davvero in quel lontano pomeriggio del novembre 1904.

Fonte: Fedelissimo Online