Tutto ciò che è stato detto sullo stadio. Quarta puntata: Alessandro Nannini candidato 2011

Nuovo stadio. “Il problema dello stadio a Borgovecchio non è tanto nella spesa pari a settanta milioni di euro, che comunque dovrebbero essere previsti, quanto nella volontà del popolo. Più del 90 per cento dei tifosi del Siena vuole che lo stadio rimanga il Rastrello. Perché è sempre stato lì che ha giocato il Siena, perché è comodo, perché è di sostegno al commercio senese. Andrebbe però rivisto e nel caso la squadra dovrebbe andare a giocare da un'altra parte. Si potrebbe rialzare, senza disturbare l'impatto ambientale, costruirci sotto un parcheggio: si tratterebbe di autofinanziamento, quindi a costo zero, ma la Robur potrebbe essere costretta a servirsi di un altro impianto fuori dalla città. Per quanto riguarda l'ubicazione piazza d'Armi proposta, sia noi che le altre forze politiche siamo d'accordo nel ritenerla una strada impraticabile: la Caserma dei Parà è un'istituzione e ubicare la struttura in quella zona non risolverebbe comunque i problemi del traffico. Senza dimenticare però che esiste un Regolamento urbanistico che prevede già dove costruire lo stadio. Starà al Siena fare le sue proposte, ma la nostra disponibilità a collaborare con la società è comunque massima. Sarà necessario trovare i meccanismi giusti e le giuste formule per arrivare a un punto comune”.

Fonte Fedelissimo Online