TROPPA FIORENTINA, PER UN BRUTTISSIMO SIENA

Il derby purtroppo  non ha storia: l’undici di Prandelli domina e vince 3-0  mettendo in campo per un’ora un gioco scintillante capace di fare andare in bambola un Siena mai veramente in grado di creare problemi. Mutu gioca come sa fare lui, Pasqual macina chilometri e pennella cross dalla sinistra, Vieri entra e fa gol, la difesa con Dainelli-Gamberini coppia centrale non lascia scampo, Frey non deve toccare neppure un pallone nei primi 45′. In avanti Prandelli conferma il tridente Semioli-Pazzini-Mutu, Liverani in regia con Donadel e Montolivo ai fianchi, Potenza che prende il posto dell’infortunato Ujfalusi sulla destra di difesa. Mandorlini prova a impostare una partita prettamente difensiva con un 4-4-1-1 parecchio serrato e che lascia Maccarone e Locatelli abbandonati al proprio destino. Scelta che alla fine non si rivelerà azzeccata, a causa dell’atteggiamento non proprio arrembante di Vergassola e compagni, che mostrano un atteggiamento da vittima sacrificale. La Fiorentina invece non viene meno al suo ruolo di grande favorita e già al 5′ fa vedere di essere in giornata con Montolivo che gira a lato dal limite dell’area dopo un tacco illuminante di Mutu. Sessanta secondi dopo Pasqual trova Pazzini: bella girata di testa, palla alta di poco.Al 15′ Semioli anticipa Grimi, Pazzini stoppa appena dentro l’area e inventa una splendida rovesciata volante che supera Eleftheropoulos. La Fiorentina non si ferma, il Siena invece non si muove: e i viola, in velocità, con tocchi rapidi ad alto tasso tecnico, confezionano il gol del raddoppio. Sempre Pasqual sulla sinistra, cross rasoterra per Pazzini che di tacco smarca Mutu: piatto sinistro da pochi metri e per Eleftheropoulos non c’è nulla da fare. Serve un altro Siena al rientro dagli spogliatoi, e in effetti Frey deve superarsi al 7′ quando Maccarone sfugge sulla destra e calcia a botta sicura. Bianconeri ancora in avanti con Loria, mentre la Fiorentina tira un po’ i remi in barca: Prandelli disapprova e inserisce attorno al 20′ Gobbi e Vieri per Montolivo e Pazzini. Più muscoli e maggiore freschezza per affrontare un Siena diverso, e l’impatto di Vieri è subito devastante: in tuffo di testa, Bobo sfiora il 3-0 su cross del solito Pasqual, poi lo realizza su cross di Semioli, scappato in contropiede proprio un minuto dopo le mosse della disperazione di Mandorlini (Forestieri e Bucchi per Locatelli e De Ceglie) ma la partita è già segnata. Grande delusione dei circa mille senesi che fischiano i giocatori che vanno sotto il settore per salutali.
Fonte: Fedelissimi