TRIPLICE GIOIOSA SOFFERENZA

Importante  vittoria esterna della ROBUR che rientra da quel di CROTONE con tre pesantissimi punti ingenuamente sofferti.

Pronti via e neanche il tempo di far mettere tutti a sedere che  SPEEDY BRIENZA (VOTO 7 per la velocità) riceve palla a centrocampo, si gira, arriva al limite dell’area di rigore e spara un insidiosissimo mini bolide che si insacca alla sinistra dell’incolpevole BELEC (VOTO 6,5 per il tuffo).

La partita non poteva iniziare meglio.

Il SIENA gioca un gran primo tempo fatto di grinta, determinazione e voglia di vincere, con un grande EOLO BOLZONI (VOTO 7 per la straordinaria forma) e un buon VERGASSOLA (VOTO 6,5 per l’ordinato lavoro) che reggono molto bene il centrocampo.

Il secondo tempo parte sulla falsa riga del primo ma dimostra per l’ennesima volta quanto agli uomini di CONTE (VOTO 7 per le potenti coronarie) piaccia soffrire fino all’ultimo.

REGINALDO (VOTO 7 per la famosa freddezza  sul goal)  insacca con un gran piattone dopo un bel cross del neo entrato SESTU (VOTO 6 per l’assist).

Partita chiusa. Il CROTONE non punge e non si rende quasi mai pericoloso.

E mentre tutti già si sfregavano le mani per una vittoria già in cassaforte, all’improvviso si decide di dare vita, così dal nulla, ad una iniziativa a scopo benefico denominata “Festival del goal sbagliato”.

Tanti i favoriti per la vittoria finale tra le fila BIANCONERE ma in pole position c’è e rimane il solo nostrano argentino LARRONDO (VOTO 8 per i goal sbagliati) che regala a tutti i trepidanti tifosi senesi  attimi di gratuita imprecazione generale.

E così, dopo una serie di inspiegabili dimostrazioni pratiche di come sia possibile sbagliare qualunque cosa sotto porta, riecheggia nelle teste di  tutti i tifosi bianconeri una famosissima frase del mondo del calcio che comincia così: “ goal sbagliato….”.

A quei pochi di voi che non conoscessero il finale vi lascio immaginare cosa segua.

A otto minuti dalla fine DE GIORGIO (VOTO 6.5 per averci provato) si ritrova tra i piedi una pallina bella calda nel vertice alto dell’area BIANCONERA e senza pensarci due volte abbassa la testa e lascia partire uno strisciante quanto velenoso tiraccio rasoterra che si incassa alle spalle di un non tanto vispo COPPOLA (VOTO 6,5 per la sorpresa).

 Il CROTONE, fino a quel momento domato e sotto controllo, prende coraggio, comincia a crederci e attacca.

Dopo un clamorosissimo goal sbagliato da LARRONDO (VOTO 5 per non aver accettato un’invitante faccia a faccia con il già spacciato portiere locale), parte l’inevitabile quanto immancabile sofferenza degli ultimi infuocati minuti finali che ha come vibrante culmine una sgusciata di COPPOLA fortunatamente non raccolta da CUTULO (VOTO 6 per la grazia).

Fischio finale condito da salti di gioia e sospiri rilassanti.

La ROBUR consolida il secondo posto in classifica staccando di cinque punti un NOVARA sconfitto in quel di VICENZA (VOTO 10 per il regalo) e rimanendo così nella scia di una DEA vittoriosa in casa contro uno sgonfiato PIACENZA.

La classifica si sta diventando molto ma molto interessante per noi e allora tutti allo stadio  domenica per incitare fino all’ultimo la banda di CONTE per affrontare tutti insieme questo decisivo momento del campionato. (Ellesse)

Fonte: Fedelissimo Online