Tredici risultati utili di fila, ma la vittoria manca dal 2021. La Carrarese di Ricci vuole risollevarsi

Nella gara d’andata si era trovata di fronte un’avversaria che viaggiava sulle ali dell’entusiasmo, un fattore che forse contribuì ad evidenziare in maniera anche troppo ampia la differenza tra le due squadre. Nel corso della stagione, tuttavia, la Carrarese ha saputo ritrovarsi al punto da non restare pressoché mai invischiata nella lotta salvezza.

Nell’ultimo periodo il clima intorno a squadra e società si è un po’ inasprito, nonostante i gialloblu venissero da una serie utile di ben tredici risultati utili consecutivi. Questo incredibile filotto contava addirittura 11 pareggi, alcuni dei quali anche prestigiosi ad onor del vero, come quelli con Cesena, Pescara e Reggiana. Nell’ultimo turno, però, i marmiferi hanno subito una pesante battuta d’arresto sul campo della Pistoiese che ha nuovamente acceso gli animi.

Lo scorso settembre la società aveva ufficializzato l’arrivo dietro la scrivania di Nelso Ricci, tornato nella sua città a distanza di diversi anni dall’ultima esperienza, come sostituto del dimissionario Vincenzo Minguzzi. Lo storico direttore sportivo del Siena si era presentato con un colpo ad effetto, portando a Carrara Niccolò Giannetti, un altro che a Siena non ha bisogno di presentazioni. L’ex attaccante della Robur, rimasto ai box nell’ultimo periodo, ha recuperato e potrà così tornare a sfidare i bianconeri a distanza di otto anni da quello Spezia-Siena dell’Aprile 2014.

Se per Giannetti un impiego dal primo minuto appare difficile, non dovrebbe essere invece in discussione la titolarità degli altri due ex bianconeri D’Auria e Imperiale, pronti ad agire rispettivamente da trequartista e terzino sinistro nel 4-3-1-2 disegnato da mister Antonio Di Natale.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2): Mazzini; Semprini, Rota, Marino, Imperiale; Battistella, Berardocco, Foresta; D’Auria; Doumbia, Bramante.

(J.F.)

Fonte: Fol – Foto: Facebook Carrarese Calcio