TRANQUILLO BIGMAC SIAMO CON TE

Il Siena sta confermando le attese dei più ottimisti. Veleggia a metà classifica, facendosi apprezzare per il bel gioco (e per la sfortuna…). Tutto bene, quindi, fino ad ora, ma potrebbe andare ancora meglio se l’attacco senese fosse meno abulico. Solo otto reti segnate dopo 11 giornate sono un dato evidentemente negativo. Peggio dei bianconeri hanno fatto solo il Chievo (6) e la Sampdoria 7, ma con una gara in meno). È altrettanto evidente che qualcosa manca e tutti sappiamo cos’è. Risultano assenti dai tabellini i gol di massimo Maccarone, il bomber principe delle ultime stagioni. Maccarone prima dell’inizio di questo torneo, aveva un curriculum di tutto rispetto: 25 reti in 63 partite con la maglia del Siena, una media più che notevole. Ad oggi il nostro cannoniere non ha ancora centrato la porta, sbagliando gol quasi fatti. I commenti si stanno sprecando, ma i tifosi veri, quelli che cercano di guardare le cose con passione ma anche con obiettività (cioè la stragrande maggioranza dei senesi), non possono non notare che Maccarone è stato quasi sempre uno dei migliori in campo, ha lottato fino alla fine, risultando determinante nel gioco e negli schemi di Giampaolo. Non segna, purtroppo, ma gettargli la croce addosso sarebbe quanto di più sbagliato e ingiusto possa esistere. Gli sportivi lo sanno, anche ai più grandi cannonieri capitano periodi bui sotto l’aspetto delle realizzazioni, salvo poi sbloccarsi e ritrovare la vena ed il fiuto del gol. Tanto per fare qualche esempio, ricordiamo ai più arrabbiati, che il nostro Massimo è in buona compagnia. Finora, infatti, gente come Crespo e Balotelli hanno segnato le stese reti della nostra punta, mentre la rivelazione dello scorso anno Borriello, impiegato sempre più spesso da Ancelotti, ha messo la palla in rete una sola volta, come Pazzini, Doni, Iaquinta, tutta gente che di certo non ha disimparato l’arte del gol.

Stiamo calmi, quindi, è solo un periodo no che passerà presto. Siamo certi di questo e inciteremo sempre al grido di “Massimo! Massimo!” colui che ha contribuito in maniera determinante allo splendido campionato dei record dello scorso anno. Vai tranquillo, Big Mac, siamo con te e ti aspetteremo fiduciosi. (Antonio Gigli)
Fonte: Fedelissimi