Trani: L’arrivo di Guberti è il segno della nostra ambizione

Presente alla conferenza stampa di presentazione di Guberti anche il vice presidente Federico Trani, appena tornato da Milano.

Il mercato – “Siamo arrivati cinque minuti fa dal viaggio, siamo abbastanza contenti perché abbiamo messo a segno tutto quello che volevamo fare: sia le uscite programmate che le entrate, tra cui questa ultima situazione (l’acquisto di Guberti, ndr). Grazie al lavoro di tutti abbiamo chiuso in bellezza. Da quando siamo arrivati abbiamo dimostrato la nostra ambizione, quest’anno abbiamo avuto del tempo per fare dei perfezionamenti, come Ernetti, la figura addetta all’arbitro, o altri elementi ‘secondari’ nello staff. Abbiamo cercato, partendo dalla base dell’anno precedente, di alzare la qualità. E’ un segnale, la società sta cercando di fare il meglio per portare il Siena più in alto possibile”.

La firma in extremis – “La corsa alle 22.53 nella sala depositi per ufficializzare Guberti l’ho fatta io assieme al suo agente, è stata pesante e senza Stefano Osti sarebbe stata complicata la cosa. Grazie anche a Alessio Butini e Alessandra Pasquini. Senza di loro non facevamo nulla”.

Il campo – “Adesso parla il campo, è inutile star qui a dare le valutazioni. Per questi primi mesi parlerà il campo, da dicembre in poi vedremo”.

Iapichino – “Non è stato costretto a restare, la sua volontà era di proseguire con noi. Logicamente, in caso di offerta di categoria superiore, sarebbe stato giusto per la sua carriera valutarla. Ma lui non ha mai voluto lasciare Siena, sin dal primo giorno di ritiro”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol