Trabucchi: “Siamo tutti in discussione, ma aspettiamo a criticare la società. Negro allenerà la Primavera”

Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Pasquale Padalino è intervenuto anche il direttore generale del Siena Marco Trabucchi. Queste le sue parole:

Critiche – “Mi sembra di aver già capito che la moda sia quella di criticare la società per assenza di programmazione a lungo termine. Non è così, la società programma a lungo termine. C’è un discorso serio e approfondito sullo stadio e sul settore giovanile, tutte componenti che vengono discusse continuamente”.

Parte tecnica – “Ho avuto libertà di scelta dalla proprietà, le responsabilità sono tutte mie. Non è detto che facendo 3-4 anni di contratto ad un direttore, a un allenatore o ai giocatori i risultati possano essere migliori. Non siamo in Serie A, quelle sono realtà diverse. Siamo qui per lavorare e dimostrare. Io per primo. Il direttore sportivo e il management secondariamente”.

Scelta – “Quando mi hanno chiesto di individuare una guida tecnica, forte anche dell’esperienza precedente in cui erano stati fatti contratti lunghi, ho preso la decisione di metterci tutti in discussione fino a giugno. Non si tratta di sfiduciare il mister, né di mancanza di programmazione. Nessuno pretende che in 5 mesi uno faccia una rivoluzione copernicana, ma se tutti remano nella direzione giusta c’è modo di lavorare serenamente”.

Padalino – “Da calciatore tutti lo conoscono come brillante difensore centrale nel foggia di Zeman, una squadra che fece sognare un po’ tutti. Poi ha fatto una carriera importante con oltre 200 partite in Serie A, dimostrando grande personalità sia da calciatore che da allenatore. È stato assistente di Ventura e da primo ha lavorato in realtà non facili, per cui non ho nessun dubbio che sia la persona giusta in questo momento in una piazza esigente come questa per iniziare un nuovo progetto. È stato molto disponibile a venire incontro alla società”.

Negro – “Abbiamo trovato un accordo con mister Paolo Negro che continuerà a lavorare con la Primavera, gli è stata affidata la guida tecnica. Approfitto per ringraziarlo per essere rimasto, è una persona molto legata alla città per cui sono molto contento di tenere una risorsa umana così importante. Credo sia una dimostrazione che vogliamo iniziare un progetto serio con i giovani. Con i precedenti allenatori siamo ancora in stand-by, ci incontreremo per provare a trovare un accordo. Voria? Rimane ad affiancare mister Negro”.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: sienanews.it