TRA PASSATO E PRESENTE di Alessandro Pagliai

 

IERI: LA GARA CHE NON DIMENTICO

Meravigliosa stagione 1989-90. E’ il 29 aprile e fra poco in Italia si giocheranno i mondiali di calcio. La nostra squadra è spettacolare come un Mundial e macina gioco e risultati. Leggete a voce alta i nomi dei bianconeri: è ancora una dolce musica per le nostre orecchie.
SIENA: Marchisio, Brotini, Pepi; Sbravati, Arrigoni, Marin (70’ Maurizi); Marino, Pisasale, De Falco; Zanandrea, Sgrò (78’ Fiaschi). Allenatore: Perotti
NOVARA: De Giorgi; Guerra, Riviezzi; Brilli, Tacca, Farsoni (55’ Rossini); Uzzardi (55’ Gava), Marchetti, Gilardi; Novelli, Diodicibus.
ARBITRO: Nepi di Ascoli
GOL: 36’ e 59’ Pisasale

Una doppietta del “Trottolino amoroso” (a fine stagione le sue reti saranno 13!) stende il Novara e la Robur continua a volare nel campionato di C2 girone A. Il Siena concluderà a 51 punti, vincendo il torneo e dimostrando una incredibile forza di squadra.

 

OGGI: LA GARA DA VINCERE

Il Novara è attualmente in testa alla classifica del girone A di Prima Divisione e ancora imbattuto. Allenato da Attilio Tesser, punta dritto alla promozione in serie B. Ha un’ottima difesa, che ha incassato appena 7 reti, addirittura solo 3 nelle gare esterne.
Stabilmente in questa formazione l’ex bianconero Raffaele Rubino, ormai una bandiera dei piemontesi. Da qualche settimana il platinato goleador ha ritrovato un amico di vecchia data: Nicola Ventola, altro atteso ex all’Artemio Franchi e barese come Rubino. Torna a Siena anche il biondo centrocampista Filippo Bigeschi, classe 1989 ed esploso nella Primavera della Robur. E’ previsto un po’ di turnover nella squadra azzurra e mister Tesser è pronto anche a variare il consueto modulo 4-3-1-2. (Alessandro Pagliai)

Fonte: Fedelissimo on line