Tornano al successo Pescara, Modena e Ancona-Matelica. Reggiana frenata a Grosseto

Si interrompe la striscia di cinque vittorie consecutive della Reggiana. I granata non vanno oltre lo 0-0 contro un coriaceo Grosseto ma mantengono ancora l’imbattibilità. Dietro però ne approfittano per avvicinarsi: in primis l’Ancona-Matelica, che grazie al successo casalingo contro il Montevarchi si porta nuovamente a -2 dalla vetta. Al ‘Del Conero’ la squadra di Colavitto si impone grazie alle due realizzazioni dal dischetto di Rolfini. L’unica del novero di testa a non portare a casa i tre punti è il Cesena, bloccata sull’1-1 sul campo della Vis Pesaro; alla bella girata di testa di Bortolussi risponde De Respinis su calcio di rigore.

Si avvicinano alla testa della graduatoria anche Siena e Pescara. Il Delfino supera con qualche difficoltà la Fermana, grazie al penalty di Ferrari e al gol di De Marchi. Il 2-1 è siglato su rigore da Nepi ma non basta alla formazione di Riolfo per agguantare il pari. Risultato all’inglese invece per il Modena, che torna alla vittoria battendo al ‘Braglia’ il fanalino di coda Viterbese. Bugiardo in realtà il risultato, in quanto sono le topiche della formazione di Raffaele a regalare il successo ai canarini. Dopo un rigore fallito da Tremolada e un’espulsione nelle fila laziali, il Modena la sblocca con Bonfanti, abile a ribadire da pochi passi una respinta incerta del portiere. Nel finale chiude i giochi Mosti dagli undici metri.

Tre punti importanti anche per l’Imolese, che fa ripartire la sua marcia espugnando Olbia. Decidono Angeli, lesto a ribadire in rete un corner, e Benedetti con una splendida azione personale. Sale anche la Carrarese, vincente allo stadio ‘Dei Marmi’ su una Pistoiese sempre più in crisi. La partita viene sbloccata all’ultimo respiro grazie all’acrobazia di Energe. Nel gruppo di quelle a 14 punti, oltre a romagnoli e marmiferi, c’è anche il Gubbio, reduce dal pari in rimonta di Teramo. Termina 1-1, a Birligea risponde Redolfi.

Chiude la giornata il derby toscano, dove a imporsi è la Lucchese. La Pantera torna al successo sul campo del Pontedera con una rimonta d’autore. Dopo il vantaggio rossonero di Semprini, il Pontedera in due minuti ribalta il punteggio con due reti in fotocopia di Mutton e Bakayoko. La formazione di Pagliuca però ci crede e prima agguanta il pari ancora con Semprini, e poi chiude la contesa nel secondo tempo grazie al rigore di Fedato. (J.F.)

Fonte: Fol – Foto: Facebook Lucchese 1905