Torna al vertice la Reggiana, inciampa l’Entella. Cinque posizioni perse dal Cesena

Il girone B si conferma la casa dell’equilibrio, visto che ancora una volta le carte vengono rimescolate sconvolgendo i piani. Dopo qualche settimana di assenza, a tornare a guidare la graduatoria è la Reggiana, corsara a Sassari con le reti di Pellegrini e Montalto, entrambe arrivate nella ripresa. I granata scavalcano tutti approfittando dei passi falsi di Entella e Cesena. I liguri rischiano di capitolare contro il fanalino di coda San Donato, portatosi avanti nel punteggio grazie al sigillo di Marzierli, ma la rete di Zamparo gli consente per lo meno di agguantare un punto. Torna a conoscere l’amaro sapore della sconfitta invece la formazione di Toscano, che dopo nove risultati utili consecutivi vede violare il ‘Manuzzi’ per mano di un’Ancona sempre più convincente ogni settimana che passa. Colavitto e i suoi esultano grazie ad una girata di bomber Spagnoli e fanno scivolare il Cesena al sesto posto.

Ad approfittare di queste cadute è in primis il Gubbio, che torna al successo espugnando il ‘Porta Elisa’ di Lucca sulle ali di Arena, autore di una doppietta. La squadra di Braglia si riporta così al secondo posto a una lunghezza dalla vetta. Sempre più su anche la Carrarese, alla quale basta una rete allo scadere di Bozhanaj per avere la meglio dell’Olbia e issarsi nel gruppo di quelle a 25 punti. A perdere terreno è invece il Fiorenzuola, caduto di misura a Pontedera contro una delle formazioni più in forma del campionato. A far sorridere Canzi ci pensa il solito Aurelio, diventato ormai difensore goleador. Stesso risultato ma in esterna fatto registrare dal Rimini, vincente sul campo della Recanatese per merito della rete di Delcarro, che consente alla formazione romagnola di riavvicinarsi alle posizioni di vertice.

Risultati significativi anche nei bassifondi della classifica, a partire dal successo che il Montevarchi ottiene al ‘Galli’ di Imola. Gli uomini di Malotti si impongono grazie all’uno-due micidiale firmato da Bertola e Alagna nello spazio di sei minuti e tornano a muovere prepotentemente la classifica. Finisci senza vincitori né vinti invece il derby marchigiano tra Vis Pesaro e Fermana: Fedato porta avanti i biancorossi con un bellissimo tiro a giro ma nel finale Bunino regala ai suoi un punto che fa morale con un mancino che si spegne nel sette. (J.F.)

La classifica dopo la quattordicesima giornata

Fonte: Fol – Foto: Facebook U.S. Ancona