Torino-Siena 3-2

TORINO (4-2-4): Gillet; D'Ambrosio, Di Cesare, Rodriguez, Caceres; Basha, Brighi; Cerci, Bianchi, Sansone (80' Meggiorini), Birsa (80' Suciu). A disp.: Gomis L., Cinaglia, Bakic, Gatto, Verdi, Stevanovic, All. Ventura
SIENA (3-5-2): Pegolo; Neto, Paci, Felipe; Belmonte (56' Sestu), Vergassola, Bolzoni (28' st Della Rocca), Valiani (41' Paolucci), Del Grosso; Rosina, Reginaldo. A disp.: Farelli, Contini, Marini, Dellafiore, Rubin, Mannini, Coppola, D'Agostino, Bogdani. All. Iachini
ARBITRO: Di Bello
MARCATORI: 5' Brighi (T), 30' Reginaldo (S), 37' Bianchi (T), 47' Cerci (T), 75' Paolucci (S)

AMMONITI: Reginaldo, Del Grosso, Paci, Neto (S), Bianchi (T)Quattro presenze, tre maglie titolari, sei punti guadagnati: questo lo score di Francesco Della Rocca dopo nemmeno un mese dal suo arrivo in bianconero; si è messo subito a disposizione di Iachini e il mister gli ha dati fiducia. Il campo ha premiato entrambi. “La vittoria con l'Inter ci voleva proprio – ha detto il centrocampista -. Ha migliorato la classifica e ci ha dato morale, anche perché abbiamo battuto una grande squadra: un successo ancora più bello”. Se il giorno della sua presentazione, Della Rocca aveva dichiarato di credere nell'impresa adesso ne è convinto più che mai. “Del gruppo ho avuto fin da subito un'ottima impressione – ha ammesso -: con le ultime prestazioni abbiamo dimostrato quanto la squadra sia viva e quanta voglia abbia di lottare. Per quello che ha fatto vedere il campo avremmo meritato qualche punto in più, ma quanto fatto è la prova del nostro desiderio di centrare l'obiettivo”.
Con le lancette dell'orologio che battono all'impazzata, la Robur deve chiudere la parentesi Inter e guardare avanti, al Bologna. Per Della Rocca sarà una partita dal sapore molto particolare. “In maglia rossoblù ho vissuto momenti bellissimi – ha spiegato -: sono cresciuto nelle Giovanili del Bologna fino al passaggio in prima squadra. Non nego che giocarci contro mi dia sempre una forte emozione”. Otto nazionali, un attacco da doppia cifra: la sfida salvezza sarà spigolosa. “Affronteremo un'avversaria di grande qualità – ha detto Della Rocca -, un gruppo formato di giocatori di altissimo livello allenati da un tecnico molto bravo e preparato. L'organizzazione è la loro arma in più”. “Andremo al Dall'Ara puntando al massimo risultato – ha concluso il bianconero -, ma l'importante sarà scendere in campo con l'atteggiamento giusto, quello visto nelle ultime settimane. Poi vedremo quello che succederà…”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line