Top & Flop di Arezzo-Robur Siena

Si è appena concluso l'attesissimo derby fra Arezzo Robur Siena con il successo degli amaranto per 2-1. Una partita davvero vibrante, caratterizzata da molti capovolgimenti di fronte e aperta con il vantaggio dei bianconeri firmato da uno dei tanti ex del confronto, Mendicino, abile a raccogliere l'assist di Doninelli e scaricare in rete davanti a Benassi. L'Arezzo impiegava poco tempo per reagire e trova il pareggio con Polidori, ma l'urlo dei tifosi di casa veniva strozzato per effetto della segnalazione del collaboratore di destra del sig. Dionisi. La Robur approfittava degli spazi a disposizione e sfiorava il raddoppio con Gentile sul quale Benassi risponde in maniera eccezionale. Gli amaranto vanno a sprazzi e si rendono pericolosi con un paio di tiri dalla distanza di Foglia. In apertura di ripresa l'ingresso di Yamga per lo spento Arcidiacono dàuna prima svolta al match: ma alla mezz'ora devastante l'ingresso di Erpen che firmava una doppietta e procura l'espulsione di Masullo, e nel finale Yamga sfiora anche la terza rete.

TOP

Erpen (Arezzo): Cambia l'esito del confronto nel giro di pochissimi minuti: firma il pareggio raccogliendo il campanile di Polidori, procura l'espulsione di Masullo e firma il gol partita con una velenosa punizione regalando i tre punti agli amaranto in un derby sentitissimo dalla città. Gli si poteva chiedere di più? semplicemente devastante. Man Of the match

Marotta (Robur Siena): Apre il confonto dopo pochi minuti scaraventando in rete l'assist di Doninelli. Mette lo zampino in tutte le azioni dei bianconeri cercando la porta quando se ne presenta la possibilità. Non disdegna a dare il suo contributo alla fase di non possesso. Indomabile

FLOP

Arcidiacono (Arezzo): Nel 4-4-2 della prima frazione messo in campo da Sottili, fatica moltissimo ad incidere in fase offensiva. Viene costantemente contenuto dai propri dirimpettai, non riesce mai ad accendere la manovra amaranto, poco incisivo.Irriconoscibile.

Masullo (Robur Siena): Entra a metà ripresa per dare sostanza al centrocampo, ma si fa ammonire nel giro di 10' creando con due entrate fallose sugli avversari. La sua uscita dal campo decide la vittoria degli avversari. Nervoso.

Fonte: Tuttolegapro.com