Titone e Riva: Tutto questo entusiasmo è uno stimolo in più

"C'è presa così": ha scherzato, mica poi tanto, il presidente dei Fedelissimi Lorenzo Mulinacci, quando ha parlato del grande entusiasmo che ha travolto quest'anno la tifoseria bianconera. Un entusiasmo che ha contagiato anche la società e la squadra, presente in buon numero ieri sera alla cena organizzata nella sede del Club. Un brindisi alla nuova stagione, iniziata nel migliore dei modi, con la voglia che finisca così come è partita. Minincleri, Titone, Santoni, Redi, Zane, Riva, i giocatori ospiti della serata. "Avere un pubblico così ti aiuta tanto – ha detto Mario Titone -, la speranza è che allo stadio ci sia sempre più gente a darci una mano. io idolo dei tifosi? Mi fa piacere: quando gioco cerco sempre di dare il massimo, il loro calore mi dà ancora più forza". Dimenticato ogni acciacco, l'attaccante guarda alla Colligiana. "Sto bene, sto benissimo – ha spiegato – e non vedo l'ora di giocare. Sarà una partita difficilissima, ma noi vogliamo dare seguito ai risultati centrati fino a ora e portarci a casa più punti possibile". "Siamo attesi da un'altra battaglia – ha aggiunto Riccardo Riva -, ma siamo pronti ad affrontarla. Io sto bene, grazie al lavoro quotidiano sto mettendo minuti sulle gambe e spero già domenica di arrivare al novantesimo senza problemi". "Giocare con tanta gente che ci sostiene è uno stimolo in più – ha poi chiuso il centrocampista bianconero -. Quando abbiamo iniziato non ci aspettavamo tanto affetto e tanto calore, siamo rimasti sorpresi. Un motivo in più per dare ogni domenica tutto quello che abbiamo, per toglierci insieme grandi soddisfazioni". (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line