TIFOSI DEL SIENA: NON CEDETE GLI ASSI

Il mercato del Siena non ha ancora fatto registrare movimenti di particolare rilievo, ma tra i tifosi si respira una buona dose di ottimismo. «Allenatore e nuovi dirigenti – commenta Lorenzo Mulinacci, presidente dei Fedelissimi – mi hanno fatto una buona impressione. Prima di dare giudizi bisogna vederli all’opera, ma il primo impatto è stato positivo. Mandorlini mi è sembrato un tipo disponibile e molto alla mano». Mulinacci non si preoccupa più di tanto per un mercato che stenta a decollare: «Mi sembra che anche quelle che saranno le concorrenti del Siena alla salvezza abbiano fatto pochi movimenti e, nella maggior parte dei casi, in uscita. Ho notato con piacere che alla Robur c’è la volontà di mantenere il gruppo storico e, dunque, a differenza di quanto stanno facendo le altre squadre, non mi aspetto cessioni di pedine importanti». Il presidente dei Fedelissimi si augura, poi, che dirigenti come Osti, esempio assoluto di professionalità e preparazione, siano confermati: «Spero che persone che fanno parte della storia di questa società, Osti su tutti, possano restare. A dire la verità una loro partenza, non la voglio neppure prendere in considerazione. Se è normale che una nuova proprietà si doti di una sua struttura è altrettanto importante mantenere una continuità con il passato».
Roberto Cannoni, vicepresidente del Siena Club Valdarbia, guarda con ottimismo al futuro e preferisce attendere prima di dare giudizi: «Adesso occorre dare alla società la possibilità di lavorare. Ogni anno, del resto, ha la sua storia. Per quanto mi riguarda sono fiducioso; il mercato mi sembra un po’ bloccato, ma credo si debba attendere la risoluzione delle comproprietà per iniziare a chiudere le prime trattative». Cannoni dimostra di apprezzare sia la sede del ritiro che la volontà di abbassare il costo degli abbonamenti: «La scelta di Norcia mi è piaciuta, in quanto rende più accessibile la presenza dei tifosi. Mi aspetto che venga presentato un bel piano di amichevoli per invogliare sempre più persone a seguire da vicino le sorti del Siena.
Anche diminuire il prezzo degli abbonamenti sarebbe davvero una decisone importante che, in quanto tifoso, non posso non condividere». Per chiudere il vicepresidente del Valdarbia si augura che i protagonisti della stagione appena conclusa non vengano ceduti: «Giocatori come Portanova, Vergassola e Maccarone sono pedine fondamentali. Hanno un contratto con il Siena e credo che la società debba fare di tutto per trattenerli. Anche perché trovare sostituti all’altezza sarebbe un compito davvero arduo. Non avrebbe alcun senso abbassare il costo degli abbonamenti per avere più gente allo stadio e, nel contempo, privare la Robur dei suoi uomini simbolo».

fonte: la nazione (Giacomo Luchini)