THRILLER MATCH di Senio Losi

Grandissimo colpo esterno degli uomini di IACHINI che riescono ad accaparrarsi tutta la posta in una drammatica sfida condita da logoranti attacchi di cuore e vari ricoveri ospedalieri.

I BIANCONERI entrano in campo decisi a mordere l’osso e bussano subito alla porta del riesumato PELIZZOLI (VOTO 6,5) seminando il panico in tutto il campo e centrando una scoppiettante  traversa con un tiro a giro di SESTU (VOTO 6,5).

Bomber ANGELO (VOTO 6,5) incorna per l’uno a zero e un grandissimo ZANON (VOTO 9) piazza nella porta giusta la zampata del due a zero.

E mentre il SIENA maramaldeggia con tranquillità in tutto il campo, il poro BUCCHI deve fare i conti con l’insidioso abaco colorato nascosto sotto panchina: conta e riconta si accorge imprecando che i numeri non tornano e si mette ansiosamente a contare tutti i giocatori che aveva mandato in campo.

Accorgendosi di aver schierato un uomo in meno e nella speranza che nessuno si fosse accorto del clamoroso errore, ricorre frettolosamente ai ripari  buttando in campo il velenoso CELIK.

La partita cambia di tono e nel secondo tempo il PESCARA, ormai sull’orlo della disperazione più totale,  carica una clamorosa rimonta riportando il risultato su un pesante 2 a 2.

Da qui in avanti entra in scena il delirio più totale in una partita che si trasforma completamente in una sfida ad eliminazione: scivolate, dribbling, ribaltamenti di fronte, mostruose traverse, sonanti pali e azioni da far barcollare le più tranquille coronarie.

Fino a quando uno sguisciante AGRA (VOTO 7) scivola via in contropiede servendo il lesto INNOCENZO EMEGHARA (VOTO 7) che mette finalmente la parola fine alle ostilità.

Una partita veramente da cardiopalma, giocata da due squadre che dovevano assolutamente vincere per poter sperare.  Poteva finire in ogni modo ma fortunatamente abbiamo vinto noi. Onore al PESCARA che ha giocato fino in fondo la sua partita.

E adesso? Con i risultati che ci sorridono, siamo a +2 dalla terz’ultima ma con una serie di difficili partite che dovremmo gestire al meglio per poter frettolosamente tagliare il traguardo prima degli altri. (Senio Losi)

Fonte: Fedelissimo Online