This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana e le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio.

STATI UNITII Simpsons, nell'ultimo episodio uscito in America lo scorso 30 marzo, hanno provato a raccontare una possibile finale Mondiale di Brasile 2014. Homer si è cimentato nel delicato ruolo dell'arbitro di calcio e viene scelto dalla FIFA per arbitrare la finale dei Mondiali in Brasile, proprio per contrastare la dilagante corruzione che cerca di truccare le partite del torneo. Nonostante i tentativi di corruzione, arriva fino a dirigere la finale. Risultato? 2-0 per la Germania, con i padroni di casa che provano a corrompere Homer che prima cede alle tentazioni, poi ritorna uomo tutto d'un pezzo.

SVEZIAInizia nel peggiore dei modi la nuova stagione calcistica in Svezia. Poco prima del fischio d'inizio di Helsingborgs-Djurgaarden, infatti, un tifoso ospite è stato ucciso durante una rissa con alcuni ultras dell'Helsingborgs. Appresa la notizia, i supporters del Djurgaarden hanno invaso il campo nell'intervallo della partita urlando "assassini, assassini". La gara è stata poi sospesa e rinviata. L'episodio conferma l'altissima tensione intorno al calcio svedese. Già nei giorni precedenti altre cinque persone erano state ricoverate per scontri tra opposte tifoserie. 

PORTOGALLO – A più di due mesi dal Mondiale c'è chi ha già diramato le convocazioni… anche se non ufficialmente. A cena con gli amici, il ct del Portogallo, Paulo Bento, ha messo per iscritto (schierandoli con un 4-3-3) su un foglietto quali saranno i nomi che andranno a giocarsi la Coppa del Mondo in Brasile. Ma ce n'è uno di troppo (ogni nazionale ne deve portare 23) e, stando a quanto si vede, in dubbio ci sarebbe Quaresma mentre Helder Postiga (solo 26'con la Lazio sin qui) sembra sicuro del posto.

UCRAINAPoteva finire malissimo ma la prontezza di Jaba Kankava ha evitato il peggio. Olev Gusev, capitano della Dinamo Kiev, va a sbattere contro il ginocchio del portiere avversario, crolla e perde i sensi. Il difensore del Dnipro, capita la gravità della situazione, interviene subito aprendogli la bocca per tirare fuori la lingua, così da evitare un possibile soffocamento. Poco dopo lo scontro Gusev ha ripreso i sensi ed è stato condotto all'ospedale dove è stato sottoposto a degli accertamenti: trauma cranico, mascella lesionata e un dente perso.

ITALIA – L'arbitro espelle il gemello sbagliato, e la partita è da rigiocare per errore tecnico. È accaduto nella Seconda Categoria umbra, nella partita tra Castello e Alviano.  A indurre in errore il direttore di gara sono stati i due fratelli gemelli Michele e Matteo Rossi, schierati dall’Alviano: l'arbitro avrebbe dovuto espellere Matteo, con la maglia numero 9 e ha invece espulso il numero 7 Michele.  "Dopo esser stato commesso il fallo da punire si é creato un parapiglia fra i calciatori delle due squadre e, visto che i due calciatori in questione sono fratelli gemelli e molto simili, c’è stato l’errore", ha ammesso il fischietto. La partita, finita 2-2, verrà ripetuta.

RUSSIAL’ex calciatore dello Zenit San Pietroburgo Erik Hagen ha confessato di aver truccato con i suoi compagni del club russo, partite europee: "Un nostro compagno conosceva l'arbitro e a noi spettavano dei bonus pazzeschi per le vittorie in Europa, 12 mila dollari a testa: prima di una partita europea ci dissero che se avessimo sborsato 3 mila dollari a testa per l'arbitro avremmo vinto. Io mi ribellai dicendo che era una follia perché eravamo superiori ai nostri avversari ma alla fine pagammo tutti. Aiutati dagli arbitri per vincere lo scudetto del 2007? Le decisioni arbitrali nelle ultime dieci partite furono tutte a nostro favore". Pronta la replica dello Zenit San Pietroburgo affidata al poravoce Evgeny Gusev: "Siamo molto sorpresi da queste parole, abbiamo sempre seguito e continuiamo a seguire i valori del fair-play e dimostriamo sul campo il nostro valore".

MONTENEGRO, – Gran gol dal campionato del Montenegro. Protagonista l'attaccante giapponese Fukui Masato, che ha permesso al suo Sutjeska di sbloccare la partita contro il Mladost a pochi minuti dal termine con un gol da circa 60 metri. GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=vMSITguJdKk

ITALIA – Campionato di promozione Campania, Girone D. L'incontro è tra l'Olympic Salerno e Rocchese. Succede tutto in 55 secondi: gli ospiti, in maglia gialla, vanno in gol dopo appena 8' dal fischio d'inizio. Giusto il tempo di esultare e gli avversari riportano immediatamente il punteggio in parità. Il match finirà 3-4 per la Rocchese. GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=Qpqg3IJu6ZU

GERMANIA – In Bundesliga l’Augusta perde 3-0 in casa del Mainz anche a causa di un autogol del portiere Marwin Hitz. Un difensore dell’Augusta prova a liberare l’area, ma finisce per rinviare sulla faccia del proprio portiere, provocando l'autorete. Il colpo sul viso fa perdere momentaneamente i sensi a Hitz, che riuscirà comunque a riprendere la gara dopo l’intervento dei medici. GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=EFqkeHQ1zhY

INGHHILTERRA – Dopo che il Sun mercoledì ha azzeccato a formazione del Sunderland contro il Liverpool (2-1 per i Reds) il Tecnico uruguaiano Gustavo Poyet si è molto arrabbiato e ha ottenuto dalla società di non far entrare i giornalisti del tabloid allo Stadium of Light fino a fine stagione.

COLOMBIA – Juanma Lillo, 50enne allenatore spagnolo dei Millonarios di Bogotà, primi in classifica, minaccia di dimettersi dopo che El Tiempo ha pubblicato l’entità del suo stipendio, perché teme un rapimento o un’estorsione da parte della mala colombiana.

INGHILTERRASvolta in Fa Cup: dalla prossima stagione i campi in erba sintetica saranno ammessi a tutti i livelli. Oggi sono validi nei round di qualificazione e proibiti dal primo turno in avanti. La decisione potrebbe spingere la Premier a rivedere la sua posizione contraria alla reintroduzione del sintetico (bandito dal 1995). Il ministro dello sport, Helen Grant, ha invitato i club di Conference ad adottare la nuova tecnologia.

LE ULTIME PAROLE FAMOSE – "Non posso dire di essere contento di quello che abbiamo fatto. Altre volte abbiamo senza dubbio fatto meglio. Continuando a giocare in questo modo, avremo molte possibilità di uscire e venire eliminati". (Gerardo “Tata” Martino, allenatore del Barcellona)

Fonte: Fedelissimo Online