This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana e le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio.

SUDAFRICA È vivo per miracolo il nazionale sudafricano di calcio, Rooi Mahamutsa. Il difensore degli Orlando Pirates è stato protagonista di un terribile incidente stradale con la sua auto che, finita fuori strada, è stata trafitta da un guard rail.

INGHILTERRA – Il video di riferisce a 2 mesi fa (in occasione della sfida Arsenal-Coventry di fa Cup finita 4-0 per i Gunners) ma merita di esser citato. Emirates stadium, intervallo della partita e già 2-0 per i padroni di casa. Ma nonostante ciò i tifosi del Coventry (oggi in League Two dopo i fasti degli ultimi decenni del secolo scorso) si scatenano sulle note del successo dei Beatles "Twist and Shout".GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=s5gOBj0PK0Y&feature=youtu.be

GERMANIA –  Era a bordo campo a fare il suo mestiere, ovvero raccontare la partita di Bundesliga tra Hoffenheim e Leverkusen. Ma Jessica Kastrop 39 anni, mentre parlava al microfono ha rimediato una assai poco gradevole pallonata alla nuca. A scagliare il tiro, ovviamente involontario, il calciatore del Leverkusen Philipp Wollscheid, che si è fatto perdonare con un mazzo di fiori e un caschetto protettivo alla Cech. Per la povera Jessica non è la prima pallonata a tradimento. I media tedeschi hanno tenuto il conto: è la terza volta  che succede. Lei, però, su Facebook ci scherza: “Ops, è successo un’altra volta…” GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=-BTyozrnIsw

ARGENTINA – Un bambino sale alla ribalta nel match del campionato argentino tra il River Plate ed il Lanus. Sul 2-0 per i 'Millionarios', il piccolo supporter ha fatto invasione e corso per campo puntando e dribblando uno steward finito per terra, che non è riuscito ad acciufarlo.  GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=DpnoZhFhRg4

BRASILEUn autogol al limite dell'ufficio indagini. È successo nella Coppa del Brasile dove, nel match tra Nautico e Santa Cruz il centrocampista brasiliano Izaldo ha segnato nella propria porta di testa dopo che, nella stessa azione, col destro aveva colpito la traversa. Alla fine è riuscito a far gol al proprio portiere! GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=2NGLIECgzg4

ESTONIA L’ultima folle esultanza arriva dall’Estonia, durante il derby tra Nomme Kalju e Flora. Il calciatore giapponese del Nomme Kaljua, Hidetoshi Wakui, decide di celebrare con i compagni di squadra in un modo del tutto originale: realizzata la marcatura, raccoglie palla con le mani, si sposta su un angolo del terreno di gioco e, in attesa che i compagni si posizionino a mo’ di birilli, prende la rincorsa e li colpisce. Naturalmente, il resto della squadra inscena uno strike poderoso. GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=x9LBN-eZYYE

ITALIALa partita del campionato di Eccellenza campana tra Giugliano e Virtus Volla disputata sul campo neutro di Mugnano, si è trasformata in una maxirissa. Una vera e propria guerriglia tra tifosi, calciatori e addetti ai lavori con le forze dell’ordine che hanno dovuto fare gli straordinari per tentare di calmare le acque. Ad accendere gli animi, secondo la ricostruzione dell’accaduto, sarebbe stato un diverbio tra due giocatori, e un gestaccio di un calciatore della Virtus ai tifosi avversari degenerato in un tutti contro tutti. In seguito ciò decisione clamorosa del presidente del Giugliano: ritirare il club dal campionato di Eccellenza in corso. GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=KvSJY0jfwG0

LITUANIA –  Nel corso della storia del calcio abbiamo assistito a mille e più invasioni di campo durante un match, ma quello che è accaduto in Lituania è un avvenimento senza precedenti. Nella sfida tra Banga e Trakai, il gioco è stato fermato a causa dell’incursione di un vero e proprio gazebo in campo. L’arbitro ha interrotto la partita ed ha aspettato che il campo da gioco venisse sgomberato. Ecco il video: https://www.youtube.com/watch?v=BgSYHM40VhM

SPAGNA – Continua il periodo nero del giovane talento del Real Madrid Jesé. A una settimana dal grave infortunio al ginocchio che lo ha messo ko fino a fine stagione, nella casa dell'attaccante spagnolo è scoppiato un incendio che ne ha messo in pericolo la salute e quella del figlio piccolo. Per Jesè e lo spavento è stato grande, peggiorato dalle condizioni fisiche del calciatore, che lo hanno costretto a chiamare in aiuto Arbeloa (suo vicino di casa) perché aiutasse il figlio piccolo e l'amico a scavalcare la recinzione. Impresa impossibile invece per lo stesso attaccante, per via proprio dell'infortunio al ginocchio e delle stampelle. Per essere liberato, Jesé ha dovuto aspettare l'arrivo dei vigili del fuoco.

ETIOPIA  – È sfida a 27 per la panchina dell’Etiopia. La federcalcio ha cacciato un mese fa Sewnet Bishaw e ha invitato gli allenatori interessati al posto di c.t. a farsi avanti. In poche ore le candidature sono arrivate da tutto il mondo. Solo due aspiranti c.t. sono etiopi, gli  altri vengono da Europa e  Sud America. Oltre al franco-italiano Diego Garzitto, che ha già allenato l’Etiopia nel 2006-07, c‘è anche Fabio Lopez.

LE ULTIME PAROLE FAMOSE – “Mi voleva dare lezioni come attaccare quando lui è stato un centrocampista e neanche grande. Gli ho detto: 'tu non sei normale, vero?' Il fatto è che Pep non hai mai rispettato queste cose nel mondo del calcio”. (Samuel Eto'o parla di Pepe Guardiola, suo allenatore per una stagione al Barcellona)

Fonte: Fedelissimo Online