This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana e le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio.

BRASILE – Il Pallone d’oro è andato a Ronaldo, ma il giorno dopo Ronaldinho, beato fra le donne durante un party in piscina, ha esibito su internet i suoi cinque, nuovi «trofei». E il fratello-agente Roberto de Assis, ai microfoni di UOL Esporte, ha voluto spegnere i bollori generati dallo scatto: «Non vedo il motivo del clamore. Dinho è single, è in vacanza e si gode la vita come chiunque farebbe al posto suo». Difficile dargli torto, anche perché solo un fuoriclasse come lui può permettersi una simile batteria di «trofei».

INGHILTERRAContinua a far discutere il gesto antisemita di Anelka. Lo sponsor del West Browmich Albion, la squadra di Anelka. La Zoopla, sito di annunci immobiliari, aveva chiesto la "testa" dell'attaccante, ma il Wba vuole aspettare l'indagine federale. La Zoopla è stata allora di parola: ha deciso di spostare la sua attenzione su altre attività di marketing al termine della stagione, con la nota dell'azienda che onorerà il contratto fino a giugno prima di interrompere il rapporto.

PORTOGALLO – Cristiano Ronaldo è stato decorato ieri dal presidente del Portogallo Anibal Cavaco Silva, per il contributo dato al prestigio del suo Paese nel mondo. Il fuoriclasse del Real Madrid e capitano della nazionale portoghese è ora Grand-Ufficiale dell’Ordem do Infante Dom Henrique, detto anche Ordine del Principe Enrico il Navigatore. Per la vittoria del suo secondo Pallone d’oro CR7 ha promesso di regalare un’auto ai 5 membri dello staff dei preparatori atletici del Real.

INGHILTERRA – La tecnologia è costata oltre 5 milioni di euro. E finalmente si è rivelata decisiva per stabilire la validità di una rete. Parliamo della moviola in campo, il sistema di telecamere Hawk Eye o "Occhio di falco", Da questa stagione installata anche dai club di Premiere League.La rete discussa al 14esimo minuto del match, ma le immagini hanno chiarito che era tutto regolare. GUARDA IL VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=RzMmismY_U4

TUNISIALicenziato da primo in classifica: è accaduto al belga Adrie Koster, sollevato dalla guida del Club Africain, capolista in Tunisia, a causa della scarsa prolificità della squadra: 13 reti segnate (ma solo 3 subite) in altrettante gare sono state valutate «insoddisfacenti» dalla dirigenza, che ha sostituito l’ex tecnico di Ajax e Bruges, messo sotto contratto lo scorso giugno, con il francese Landry Chauvin.

BRASILE Danno e beffa per il Formosa nella trasferta a Brasilia valida per la prima del campionato: ko a tavolino prima del calcio d’inizio. Motivo? Ai giocatori del Formosa mancavano gli scarpini, rimasti sul bus che avrebbe dovuto portare la squadra allo stadio e che, invece, è scomparso, costringendo giocatori e staff a raggiungere il campo con mezzi alternativi. La dirigenza ha cercato di rimediare chiedendo le scarpe in prestito agli avversari, ma non c’è stato verso e l’arbitro ha decretato la sconfitta.

AUSTRALIA – L'avesse segnata nella porta degli avversari, sarebbe stata una rete da ricordare. Corey Brown invece vuole dimenticare in fretta lo splendido colpo di tacco al volo con cui ha battuto involontariamente il suo portiere. L'autogol del giovane difensore, impegnato con la nazionale australiana Under 22 in un match di AFC Asian Cup contro il Giappone, è l'emblema di una partita disastrosa persa per 4-0. GUARDA IL VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=UZO_1ADoNOY

URUGUAYÈ di cinque arresti, un poliziotto ferito e nove calciatori chiamati a deporre presso un magistrato della Giustizia ordinaria il bilancio degli incidenti scoppiati in campo e fuori durante il derby di Montevideo tra Nacional e Penarol. A scatenare gli incidenti fra le due tifoserie è stato il comportamento dei calciatori: a dieci minuti dalla fine, con il Nacional in vantaggio per 1-0, una discussione animata tra i calciatori è degenerata in una mega-rissa, con scazzottata tra i giocatori delle due squadre, sedata dall'intervento in campo della polizia in assetto anti-sommossa. GUARDA IL VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=Dum9FUU-afQ

SIRIA – Ancora campionato asiatico Under 22. Dopo aver messo la palla fuori, la Corea del Sud si aspettava che, come discussa abitudine vuole, gli avversari siriani restituissero la sfera. E invece no,con la Siria accorcia le distanze con un gol definito antisportivo: nonostante questo, l'eliminazione siriana è arrivata lo stesso. GUARDA IL VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=4wvnIko3eTE

ITALIABirindelli e il fair play, un binomio sempre più indissolubile. Dopo aver ritirato la sua squadra dal campo perché i genitori litigavano sugli spalti dopo l'errore di un suo giocatore (undicenne), domenica scorsa si è reso di nuovo protagonista, rifiutando un penalty concesso dal direttore di gara che in realtà non c’era. Ma il merito, come dice lui, “è dei ragazzi, che hanno detto all'arbitro che il rigore non c'era"

LE ULTIME PAROLE FAMOSE – "Il segreto dei tanti palloni recuperati e di tanti gol segnati? Semplice: nel mio ruolo sono il migliore al mondo perché nessuno difende come me e segna tante reti". (Arturo Vidal, centrocampista della Juventus)

 Fonte: Fedelissimo Online