This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana e le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio.

INGHILTERRA Aeris Houlihan è una calciatrice amatoriale inglese che ha ingaggiato una lotta contro la Football Association. La 32enne vorrebbe giocare con le Middleton Park Ladies ma la FA si oppone perché è nata uomo. Per lo stato Aeris è a tutti gli effetti donna, come testimoniano carta d’identità, patente e esami ormonali cui si è sottoposta, ma non per le istituzioni calcistiche: «Non chiedo di giocare con il Barcellona – ha detto in un video-denuncia – ma solo con la mia squadra».

GIAPPONEUn highlander del calcio che non vuole smettere di stupire. Kazuyoshi Miura nei giorni scorsi ha allontanato una volta di più la data del ritiro, rinnovando fino alla fine del 2014 il contratto scaduto il 31 dicembre scorso con l’FCYokohama, club di seconda divisione giapponese. Tutto questo alle soglie dei 47 anni. Merito di una condizione fisica invidiabile e della voglia intrinseca di cercare sempre nuovi stimoli, due fattori che hanno fatto la differenza nella sua lunga carriera.King Kazu» che in patria è considerato una leggenda, quasi una divinità, con tanto di museo personale e fan club continua una carriera infinita dopo ventisette anni in giro per il mondo, 55 gol in nazionale e un mondiale di futsal.

PORTOGALLO  – Maritimo-Braga del 19 dicembre. Finisce 2-2 e c’è un’invasione di campo. Tra punhos e patadas tra giovani hooligan e steward spunta lei, Maria Amélia da Silva Morais, per tutti Melinha. Anni 77, capelli come permanente comanda, sciarpa d’ordinanza. Silenzio, parla lei: «Sì, ho sbagliato, ma io lotto sempre per il Braga. Sono stata in trasferta ovunque, a Liverpool mi hanno scambiato per la regina Elisabetta. Sono vedova e non ho figli, che mi resta? Il Braga e la Chiesa».

ITALIAÈ durata dieci minuti la partita del girone I della serie D di calcio tra Ragusa e Akragas. La squadradi casa infatti, per evitare la radiazione, è scesa in campo con otto ragazzini della squadra juniores. Ma degli otto giovani del Ragusa due hanno abbandonato il match per un asserito infortunio muscolare e così l'arbitro non ha potuto fare altro che decretare la fine dell'incontro al decimo minuto.  Domenica il Ragusa è atteso dalla trasferta sul campo della Gioiese, ma al momento la società non ha i fondi per affrontare la trasferta.

ITALIAFra i vari problemi societari, il Riccione ha anche una vertenza in corso per la gestione dello stadio ‘Italo Nicoletti’: non sarebbero state pagate, secondo il Comune, alcune quote dell’affitto. Così quando i giocatori di Riccione e Thermal Abano Ceccato si sono presentati per giocare la partita, del campionato di serie D, hanno trovato lo stadio chiuso. L’arbitro, dopo aver fatto il consueto riconoscimento dei calciatori ed aver atteso, da regolamento, 45 minuti, non ha potuto che appurare che la partita non si poteva giocare ed ha rispedito a casa le due squadre.

INGHILTERRA –  Twitter fa sempre più parte della vita dei calciatori che interagiscono con i propri tifosi per coinvolgerli, chiacchierare ed avvicinarsi ai propri fans. Ma non solo. C'è chi come Jack Butland, ad esempio, usa il noto social network per… ritrovare la propria automobile! Il portiere dello Stoke City, infatti, ha reso noto il furto della sua Audi RS5 e con diversi tweet sta chiedendo ai propri followers di aiutarlo a ritrovarla.

FRANCIA –  Ne ha più di 5mila, inclusi pezzi da museo. La collezione di maglie di Louis Nicollin, 70enne atipico presidente del Montpellier (foto), sfoggia rarità come quella di Pelé per una partita col Cile del ’70 o quella degli esordi di Platini al Nancy. Ma gliene mancano 4 per completare la sezione Palloni d’oro, tra cui quelle di Sivori e del russo Jascin per cui sfonderebbe il tetto che si è imposto di 2.500 euro.

INGHILTERRA  – La trovata di marketing del presidente Assem Allam, che vorrebbe cambiare il nome dell'Hull City facendolo diventare Hull Tigers, non è andata giù ai tifosi che continuano la loro protesta, così come il numero uno del club prosegue con la sua campagna. Ai microfoni di 'Sky Sports News', Allam ha ribadito: "City è un nome comune, Tigers darà al club un nome più commerciale. Nessuno è autorizzato a discutere le mie decisioni aziendali. Vi faccio vedere il mio curriculum se volete conforto. Sono qui per gestire il club, non sarà la comunità a gestire me. Se non va bene me ne vado in 24 ore

COLOMBIAOrrore nel paese sudamericano, dove è stato ucciso il giovane centravanti Ferley Reyes. Ventidue anni, in forza all'Union Magdalena, Reyes mercoledì notte è stato assassinato mentre si trovava dal barbiere. Ferito nell'attacco il compagno di squadra Luis Enrique Diaz Asprilla, trasportato in un ospedale di Santa Marta. Illesi altri due calciatori dello stesso club presenti sul posto al momento dell'omicidio. Ancora da chiarire le dinamiche e il movente.

LE ULTIME PAROLE FAMOSE – "Messi è il più grande giocatore del mondo, non c'è discussione". (Fabio Capello, allenatore della Russia, all’indomani della consegna del pallone d’oro)

 Fonte: Fedelissimo Online