This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana, le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio e la scoperta di chi fine ha fatto qualche giocatore, meteora o no, passata da Siena.

SPAGNA –  Andres Iniesta non dimentica le sue origini. Il centrocampista del Barcellona ha infatti donato all'Albacete, il club dove ha mosso i primi piedi nel mondo del calcio, circa 240mila euro per salvare il club dalla retrocessione in Terceera Division (la nostra Seconda Divisone di LegaPro) per problemi finanziari. Nello scorso campionato, l'Albacete ha sfiorato la promozione dopo aver raggiunto i playoff. Da qualche anno Iniesta è il maggior azionista del club, e con questa iniezione di denaro ha permesso alla società castigliana di proseguire l'avventura in Segunda Division B, l'equivalente della Prima Divisione italiana.

GERMANIA – Non è partita bene l’avventura al Bayern di Goetze: nel corso della presentazione, il giocatore ha scelto di indossare una maglia con un enorme logo 'Nike', scatenando l'ira dell''Adidas', sponsor tecnico del club Campione d'Europa. "E' inammissibile in base al contratto, visto che si parla di un atto ufficiale del Bayern che è nostro partner", ha detto Oliver Brueggen, portavoce del marchio delle tre strisce. Il Bayern Monaco, attraverso le parole di Markus Hoerwick (responsabile comunicazione) alla 'Bild', ha così commentato l'accaduto: ''Ci siamo scusati telefonicamente, promettiamo che una situazione del genere non si verificherà più".

LIBANO – Giuseppe Giannini è prossimo a diventare il nuovo ct del Libano, ma la sua esperienza sulla panchina della nazionale del Paese dei Cedri non è vista di favorevolmente dalla stampa locale che così parla di Giannini: "E' come affidare la nazionale al primo venuto" si legge sul quotidiano libanese. "Ha fatto solo tanta serie C, qualchecomparsa in serie B e un'esperienza fallimentare nella seria A rumena. Poi, , in che lingua si rivolgerà ai giocatori che negli ultimi anni hanno avuto un allenatore tedesco?

UCRAINA–  Incredibile vicenda per Christian Obodo, centrocampista nigeriano che ha militato per diversi anni tra le nostre Serie A e B,che  è stato pizzicato da una pattuglia della polizia di Udine mentre si trovava a bordo dell'auto di un connazionale, insieme condue squillo rumene. Il tutto è accaduto mentre a Minsk, dove Obodo gioca, la società lo dava per disperso essendosi lui reso irreperibile. L'auto su cui Obodo  ha insospettito gli agenti, che l’hanno fermata. Al controllo, il conducente amico di Obodo ha dovuto ammettere di non avere né patente né documenti. Inoltre, addosso gli agenti gli hanno trovato 12 grammi di marijuana già divisi in dosi per lo spaccio.. Obodo è risultato estraneo alla vicenda, ma il controllo della polizia ha consentito di risolvere il giallo per la dirigenza della squadra russa.

SVEZIA – Tipi poco raccomandabili, "travestiti" da tifosi di calcio, si sono dati appuntamento in strada per una mega-rissa. E' successo in Svezia, dove il 29 giugno gli ultras di Helsingborg e Goteborg hanno dato vita a una furiosa lite solo per il gusto di menarsi, e senza un apparente motivo. Il video ovviamente è finito subito in rete. I teppisti delle due fazioni hanno ricevuto l'ausilio di un altro gruppo di tifosi, quelli del Copenaghen GUARDA IL VIDEO; https://www.youtube.com/watch?v=tM_VeFSAz_U

LE ULTIME PAROLE FAMOSE"La sconfitta in Champions? Non mi è dispiaciuto troppo, perchè ho pensato subito al futuro. Non ho avuto la sensazione di aver perso qualcosa, è sicuramente un sogno ma forse sarebbe arrivato troppo in fretta" (Mats Hummels, difensore del Borussia Dormuntd)

A cura di Luca Casamonti

Fonte: Fedelissimo Online